Pagelle Pro Patria: Castelli doppietta da “rompighiaccio”, esordio positivo per Perotti e Piran

Nel turno infrasettimanale Vargas ne cambia 7 rispetto a Salò ma i tigrotti bissano comunque la vittoria. Nessuna insufficienza, bene gli esordi dei giovanissimi, ottimi i soliti e inamovibili Boffelli, Ndrecka e Nicco

Pro Patria - Mantova 3 a 0

MANGANO 6+: Vargas gli concede fiducia, lui non trema, anche per merito del resto dell squadra. L’unico intervento coi guantoni è al 47′ su tiro di Guccione, da fuori area e troppo debole per impensierirlo. Chiamato quasi mai in causa, dirige la squadra con il suo vocione.

VAGHI 6,5: Come per Mangano, anche il terzino destro fa l’esordio stagionale nel turno infrasettimanale di ieri. Quello con Mensah potrebbe essere il classico mismatch della giornata e il invece numero #2 fa valere la propria esperienza e un’agilità che, forse, il più possente (e titolare) Sportelli non avrebbe potuto restituire in campo. Da sottolineare un’ottima chiusura nel secondo tempo, proprio sul ghanese.

BOFFELLI 7: Secondo 7 consecutivo in pagella. Dopo il gol a Salò, allo Speroni guida una difesa “reinventata” da Vargas, ma il reparto si muove senza tentennamenti e Paudice non tocca praticamente palloni. Le scarpette arancioni sono un punto di riferimento per gli spettatori, facilitati a individuare il loro beniamino, ma anche per i compagni, che lo cercano spesso, perché senza Bertoni e Brignoli il gioco parte dai suoi piedi.

SAPORETTI 6,5: Sabato avevamo scritto che il difensore tigrotto è una riserva di lusso destinata comunque a collezionare a tanti gettoni, ieri Vargas dichiara che non esiste una “Squadra B” e lui ne dà prova.  Sul campo gli tocca in sorte la marcatura su Guccione, l’attacante più ispirato dei virgiliani, costretto però a recuperare palloni all’altezza di metà campo perché il “Sapo” non concede nulla.

La Pro Patria stende il Mantova 3 a 0 ed è prima in classifica

PEROTTI 6+: Nell’amichevole di Caronno Pertusella il giovanissimo in prestito dalla Juve aveva stupito per la generosa corsa e l’ottimo piede. All’esordio tra i professionisti fa intravedere solo alcune delle sue doti. Diamante grezzo, il lavoro settimanale e un po’ di rodaggio restituiranno minuti sul rettangolo di gioco.

dal 46′ Vezzoni 6,5: Entra e fa vedere che non è ancora il giocatore visto nel finale dell’anno scorso, ma neanche quello martoriato dagli infortuni nel lungo inverno 2021. Tempo al tempo.

PIRAN 6+: Stesso discorso valido per Perotti, Con il valore aggiunto che il centrocampista diciannovenne è cresciuto nelle giovanili bustocche. L’anno in Castellanzese ha consegnato a Vargas una pedina in più (su cui poter fare davvero affidamento e non solo numero in panchina) nello scacchiere.

dal 73′ Bertoni 6: Venti minuti, considerato il recupero, per riassaporare il campo e provare le sensazioni di essere il custode del centrocampo.

FIETTA 6,5: Per il capitano è la miglior partita di questo inizio stagione. Sgravato in parte dei compiti difensivi, traccia geometrie in orizzontale e alcune linee verticali, per attaccare l’area, anche se non tutte a buon fine.

dal 63′ Brignoli 6: Sul 2 a 0, la sua è ordinaria amministrazione. Non corre rischi per farsi trovare pronto per Padova.

NICCO 7: Altra partita sopra la media dell’unico centrocampista tigrotto partito sempre titolare e praticamente sempre in campo, ad esclusione degli ultimi 15 minuti contro la FeralpiSalò. Giocatore completo, fa tanto lavoro sporco in mediana e altrettanta pulizia del pallone per far muore i compagni di reparto. Nel finale, con il centrocampo a 4, agisce da trequartista alle spalle di Piu date le sue qualità e la sua visione di gioco. Oscar per migliore attore non protagonista

NDRECKA 7: L’Angelo della Pro Patria procura il primo rigore della serata, mettendo così il timbrino (e il merito) in tutti e tre i primi gol stagionali dei tigrotti. Come Boffelli e Nicco, è l’altro giocatore a cui Vargas finora non ha mai rinunciato, perché, nonostante la giovane età, è un vero e proprio leader tecnico. Come il predecessore Pierozzi, sembra già pronto per la B.

IL LIVE DELLA PARTITA:

Pro Patria – Mantova in diretta

STANZANI 7: A fine partita Castelli dice di averlo baciato per il bellissimo assist fornitogli sul momentaneo 2 a 0. Quello del “mago”, questo il soprannome che gli abbiamo affibbiato, è un vero e proprio cioccolatino. A cui va aggiunto il bonus dell’aver intercettato il pallone di Iotti e quindi dato il via all’azione che ha chiuso il match 120 secondi dopo il rigore procurato da Ndrecka.

dal 46′ PIU 6,5: Parte dalla panchina per preservare parte delle energie in vista di Padova, poi Vargas gli chiede di far rifiatare Stanzani finché la coperta è ancora corta, in attesa di Chakir. Sul 2 a 0 la partita ha poco da offrirgli, eppure lui crea prima un’occasione da gol scartando Chiorra ma senza trovare l’angolo vincente, poi insacca il rigore con un tiro all’angolino, che vale la prima gioia.

CASTELLI 8: Non stecca nella sua serata. Quando entra a partita in corso un’occasione la crea sempre, quando ha disposizione la maglia da titolare timbra due volte il cartellino, glaciale sul rigore e nel chiudere la partita. Prima doppietta tra i professionisti e serata da incorniciare.

dal 63′ Ferri 6,5: Sabato a Salò il mister lo aveva tolto per un difensore, ieri entra per un attaccante. Lui obbedisce sempre agli ordini e si procura il rigore del 3 a 0. Ai nostri lettori piace e si becca addirittura qualche voto come mvp della partita.

VARGAS 7: Vince la scommessa del turnover pesante, con 7 giocatori cambiati rispetto alla bella prestazione di Salò. Meno vincente l’idea del centrocampo a quattro nel finale, fatto per preservare forze in vista di Padova. Il Mantova sarà pure in crisi nera e ultimo in classifica, ma i suoi ne fanno tre, ne incassano zero.

Vargas esalta la sua Pro Patria: “I ragazzi sanno che qui non esiste una Squadra A, B o C”

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 14 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore