Piano di diritto allo studio: Ferno prepara un piano da 455mila euro

Il piano di diritto allo studio è passato con il voto unanime di tutto il consiglio comunale

bambini scuola elementare generica

«Anche quest’anno siamo riusciti a finanziare tutti i progetti delle nostre scuole e questo ci rende francamente orgogliosi. Sono finanziamenti che ogni volta derivano da un confronto quasi mensile tra l’assessorato, la scuola e la cooperativa Unison: i finanziamenti sono fondati su motivazioni di questo genere»: la sindaca Sarah Foti (con la delega alla Cultura e istruzione) ha introdotto così il piano di diritto allo studio per le scuole di Ferno durante il consiglio comunale di mercoledì 7 settembre.

Il piano nel dettaglio

Si tratta di un piano di 455mila euro: di questi, 179mila 850 euro sono destinati alle scuole dell’infanzia. Alla paritaria “Carlo Castiglioni” spettano  120mila (80mila come da convenzione e 40mila per il sostegno). La scuola “Maria Purificatrice” di San Macario riceverà 9mila euro sempre secondo gli accordi della convenzione stipulata.

Alla primaria “Monsignor Bonetta” sono stanziati 135mila euro: 16mila euro finanzieranno i progetti presentati della scuola progettualità presentate dalla scuola, mentre un’altra parte 108.942 euro, è prevista per il sostegno.

Alla scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce” arriveranno 65mila euro per progetti per attività con lingue straniere, laboratori di affettività e sei casi di sostegno.

La novità dello sportello psicologico

Novità di quest’anno sarà lo sportello psicopedagogico, «che nasce da un percorso che è iniziato negli anni passati e che ora finalmente si cocnretizza. I ragazzi avranno un luogo e una persona fissa e stabile dove andare a parlare delle loro problematiche all’interno della scuola e vi potranno accedere anche Ele famiglie. Questo è importantissimo rispetto a un lavoro di cooperazione tra scuola e famiglia», ha spiegato Foti.

«Ringrazio per il lavoro svolto», ha preso la parola il consigliere di minoranza Mauro Cerutti, «si spera sempre che il lavoro di queste persone sia garantito», ha commentato prima di annunciare il voto favorevole del suo gruppo.

«Nella passata amministrazione il mio gruppo che sedeva all’opposizione ha sempre votato a favore. Per questo ringrazio il consigliere Cerutti», ha commentato la vicesindaca Claudia Colombo, «ci tengo a sottolineare quanto valga questa somma per un comune con meno di 7mila abitanti: l’intera cifra viene data ai progetti delle scuole per il loro funzionamento qualitativo».

Tutto il consesso ha votato a favore.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 12 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore