Racconti e consapevolezze a confronto per scoprire l’ampio Territorio Maternità

Le mamme raccontano storie di maternità, cambiamenti e consapevolezze per sostenere la libertà di scelta delle donne nell'attesa, nella nascita e nell'allattamento

mamme allattamento piazza montegrappa

La maternità è uno spazio molto ampio.
Ci sono la gravidanza, il parto e l’allattamento, certo, ci sono le mamme e i bambini, ma assieme alloro ci sono anche i papà, i nonni, le ostetriche e più in generale le comunità in cui germoglia e si  inserisce ogni attesa e ogni nuovo nato.

Più che uno spazio la maternità è un vero e proprio territorio.
Da qui il titolo del convegno di sabato 17 settembre in sala Montanari a Varese “Territorio maternità – Il benessere nasce in un cerchio” promosso dalle Ostetriche di Montallegro per presentare in città il nostro modo di essere ostetriche, che ha 30 anni di esperienza.

Il benessere nasce in un cerchio: incontro sulla maternità con le ostetriche di Montallegro

Al centro di questo incontro non ci saranno protocolli e nozioni sanitarie ma esperienze, con l’obiettivo di allargare lo sguardo sul tema, dando la parola alle mamme che hanno seguito diversi percorsi in Casa maternità.
Percorsi che nascono dal diritto e dalla necessità di ogni donna di  scegliere la propria via e il proprio approccio alla maternità in maniera consapevole, senza subire passivamente, a priori, percorsi obbligati a tappe predefinite.

Qualcuna ha scelto il parto in casa, certo, ma non parleremo di questo come non parleremo del parto in ospedale, anche questo scelto da molte delle nostre mamme. Parleremo più in generale delle diverse possibilità. Ascolteremo storie di percorsi diversi ma sempre consapevoli che hanno accompagnato diverse maternità, incidendo a volte su cambi di professione oltre che di stile o ritmi di vita, come è inevitabile che sia ogni volta quando arriva un neonato.

La maternità è un territorio vasto perché è un fatto sociale.
Dopo la pandemia e la fatica dell’isolamento patita molto dalle mamme, è importante aprire e allargare il cerchio delle mamme perché possa sostenere nella società la libertà di scelta nell’affrontare l’arrivo di un bambino, nella consapevolezza di sé e delle diverse possibilità.  A volte le mamme pensano che le scelte siano obbligate e invece non solo è possibile ma  è necessario per ciascuna farsi carico del processo di salute dei propri figli, nell’attesa, come nel parto e, soprattutto, nell’allattamento, nutrendosi di esperienze per sviluppare consapevolezza.

Il convegno è quindi aperto alle donne, alle mamme a e alle famiglie (ci sarà anche la possibilità di far giocare i bambini in uno spazio esterno gestito da alcune mamme), ma anche alle ostetriche formate e in formazione perché soprattutto le studentesse possano percepire quanto sia vasta la maternità e sperimentare, attraverso i racconti, come la professione ostetrica non consista nel seguire una pancia, il perineo o l’allattamento ma nel seguire una mamma, con la sua storia e la sua sensibilità e il suo contesto.

di
Pubblicato il 16 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore