“Costretti a cancellare più di 600 voli”: Ryanair chiede l’intervento del governo italiano e della Commissione Europea

La compagnia low-cost rintraccia negli scioperi la "causa dei disservizi per i viaggi in tutta Europa quest'estate ed è tempo che la Commissione Europea intervenga per proteggere i passeggeri europei"

Ryanair

Ryanair oggi, giovedì 20 ottobre, invita il governo italiano e la Commissione Europea a intervenire per «evitare che i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di italiani e turisti vengano ostacolati dallo sciopero nazionale dei controllori di volo italiani» che inizierà alla mezzanotte di stasera (giovedì, 20 ottobre) e continuerà per tutta la giornata di domani, venerdì 21 ottobre.

Lo sciopero del personale aeroportuale di venerdì 21 ottobre

La giornata di mobilitazione prevede non un’astensione unitaria, ma una serie di scioperi di singoli servizi, convocati da sigle diverse. Non è facile capire quale sarà l’impatto complessivo.

Ma vediamo nel dettaglio: sono previsti diversi scioperi del personale Enav nei singoli scali, compreso Malpensa (ma proclamano solo alcune sigle sindacali). Sul fronte del personale dei servizi di terra, è previsto uno sciopero nazionale di 24 ore convocato dal sindacato autonomo Flai, ma ce n’è anche uno della Cub Trasporti, per il rinnovo del contratto, sempre sulle 24 ore.

Sul sfronte delle compagnie low-cost, sempre il 21 ottobre scioperano per 24 ore, a livello nazionale, il personale Easyjet e quello di Vueling (nel primo caso la protesta è della UilTrasporti, nel secondo coinvolge Filt-Cgil e UilTrasporti). Sciopero di 4 ore invece per i piloti Easyjet, convocato dall’Anpac. Infine a Malpensa sciopera anche il personale Dussman-Spd dei servizi di pulizie, una vertenza aperta da tempo. L’astensione dal lavoro durerà cinque ore ed è proclamata dal sindacato di base AdL.

“Costretti a cancellare oltre 600 voli”

«Ryanair si rammarica di essere stata costretta a cancellare oltre 600 voli (con conseguenti ripercussioni su oltre 100.000 passeggeri) a causa di questo sciopero dei controllori di volo italiani, che non farà altro che sconvolgere i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di Italiani e turisti. Tutti i clienti Ryanair interessati sono stati avvisati questa mattina e informati delle alternative disponibili. Ryanair si scusa sinceramente con i suoi clienti per   i disagi che questo sciopero dei controllori di volo italiani causerà loro», scrivono in una nota.

Gli scioperi dei controllori di volo e la carenza di personale «sono stati la principale causa di disservizi per i viaggi in tutta Europa quest’estate ed è tempo che la Commissione Europea intervenga per proteggere i passeggeri europei dall’essere ripetutamente tenuti in ostaggio da un esiguo gruppo di controllori di volo italiani che scioperando  fa crollare l’intera rete di viaggi europei».

«È inaccettabile che un esiguo numero controllori di volo italiani in sciopero causi ancora una volta il caos per migliaia di cittadini e visitatori che viaggiano da/per l’Italia oggi (giovedì 20 ottobre) e domani (venerdì 21 ottobre). È giunto il momento che l’UE intervenga e protegga i passeggeri europei, affinché non vengano ripetutamente tenuti in ostaggio dagli scioperi dei controllori di volo», ha dichiarato il direttore delle operazioni di Ryanair, Neal McMahon.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore