“Matrimonio di Acque e Giardini” a Ville Ponti: come Varese e i suoi laghi diventano destinazioni di un matrimonio da sogno

Conversazione con Angelo Garini, nome di spicco nel settore del wedding, direttore artistico dell’evento del 22 ottobre

matrimonio ville ponti fiammetta la guidara tarcisio bernasconi

Angelo Garini è un nome di spicco nel settore del wedding: architetto, wedding and event designer, riconosciuto dalla stampa internazionale come “l’architetto dei sogni”, ha condotto programmi di grande successo, dedicati a matrimoni ed eventi, su Real Time. È autore di libri illustrati e del Manuale del Wedding Planner, è autore e conduttore di podcast ed è docente presso le più importanti accademie e università in Italia e in alcuni paesi esteri.

Da qualche anno a questa parte collabora con Camera di Commercio di Varese per la promozione del nostro territorio: come formatore, come organizzatore e come architetto di sogni. L’evento “Matrimonio di Acque e Giardini” che si terrà sabato 22 ottobre alle Ville Ponti – organizzato da Camera di Commercio nell’ambito del progettoVarese Destination Wedding – vede proprio la sua direzione artistica: un’occasione unica per conoscere le eccellenze del territorio per il matrimonio e per assistere a uno speciale evento emozionale.

Personaggi generiche
Angelo Garini (foto Marco Mignani)

Come nasce la sua collaborazione con Camera di Commercio di Varese?
«Nasce dal fatto che sono un esperto del settore ma anche del territorio: io vivo quattro mesi all’anno a Laveno, la si può chiamare la mia residenza estiva, e ritengo necessario far conoscere questo territorio,che ha delle vere e proprie eccellenze artistiche e paesaggistiche. Collaborare con l’ente serio e scrupoloso come Camera di Commercio di Varese è un piacere».

Quali sono le caratteristiche più importanti del nostro territorio per il wedding?
«La sponda Est del lago Maggiore e la provincia di Varese in generale si prestano in particolare al destination wedding, il matrimonio celebrato in un posto diverso dalla propria residenza: innanzitutto abbiamo una grande varietà di paesaggi, varietà che è molto richiesta dagli sposi. Inoltre, è estremamente facile da raggiungere perché ha l’aeroporto internazionale di Malpensa, è vicino al confine svizzero, è vicino alle grandi città del Nord. Infine, è ricchissimo di situazioni artistiche diverse che si possono prestare come location: qui c’è dal castello alla villa d’epoca, dal lago alla campagna. Ci sono poi anche delle particolarità che anch’io vado scoprendo man mano: piccole ma preziose produzioni di vini locali, miele e formaggio per esempio. Ma anche la pasticceria tipica del territorio e le produzioni di ceramica:tanti elementi che rendono questo territorio tutto da scoprire. E il fatto che non sia stato ancora del tutto scoperto è una carta da giocare, perché ci permette di vendere la novità, che è un elemento molto richiesto nelle cerimonie: gli sposi amano proporre cose nuove e stupire gli ospiti».

Cosa significa organizzare un destination wedding?
«Quando si parla di turismo matrimoniale si parla di un vero flusso turistico che si sposta, e che quando il matrimonio è di destinazione (da Milano verso il lago, ma anche dal resto d’Italia o dai paesi esteri) rimane per un minimo di tre giorni: quindi chi lavora a un destination wedding non solo deve dare risposte alle esigenze degli sposi, ma anche pensare a quello che può servire a chi fa turismo in quei giorni tra gli ospiti. Poi ci sono le bomboniere, che di solito in questo tipo di matrimonio sono un prodotto locale regalato agli ospiti. Va sottolineato infine che un matrimonio del genere per molti invitati è l’occasione per una vacanza: quindi alla permanenza standard di circa tre giorni molti aggiungono una vacanza nei territori circostanti. Per questo il destination wedding planner è una figura di riferimento imprescindibile in una cerimonia del genere. Quella del destination wedding planner è infatti una attività complessa: non gestisce solo il matrimonio ma anche il soggiorno di tutti, risolvendo anche le questioni burocratiche e le necessità di chi arriva da paesi esteri».

Cos’è Varese Destination Wedding?
«Varese Destination wedding è un progetto che comprende molte parti: stiamo portando in effetti avanti un percorso iniziato nel 2020, che si sta rapidamente consolidando. Il punto di partenza è il portale, che raduna piu di 100 aziende del territorio e permette di trovare tutte le informazioni relative alla filiera. Poi ci sono attività di formazione per gli operatori che vogliono entrare con le loro attività in questo settore specifico,svolte da professionisti dei quali anche io faccio parte. Ci sono poi momenti di incontro e fam trip, cioè “familisation trip” che permettono a wedding planner che vengono da tutta italia e dall’estero di conoscere meglio i nostri luoghi e le nostre location. La seconda edizione del “fam trip” di Varese Destination Wedding si sta svolgendo proprio in questi giorni. E se la prima aveva accolto dei wedding planner del Nord Italia, questa edizione accoglie operatori da tutta Italia e anche dall’estero, da paesi come Inghilterra, Stati Uniti, Germania. Stiamo insieme quattro giorni che culmineranno nell’evento di sabato 22. Un evento, quest’ultimo, aperto a tutti e in particolare ai futuri sposi: ci sarà infatti un percorso espositivo delle migliori aziende e un evento emozionale alle 18.30 con gli abiti di Daniela Calviesibiti all’interno di uno spettacolo musicale e di danza di cui sono direttore artistico»

La partecipazione all’evento del 22 ottobre a Ville Ponti è aperta a tutti gli interessati ed è gratuita, con iscrizione sul sito www.varesedestinationwedding.it

L’evento beneficia di un contributo di Regione Lombardia nell’ambito del bando “OgniGiorno inLombardia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore