Troppe aggressioni, sciopero di metro e tram a Milano martedì 11 ottobre

Sei gli episodi di attacchi al personale Atm, l'ultimo a Cascina Gobba. La preoccupazione dei lavoratori e dei sindacati è anche per la tenuta del sistema: "Anche gli utenti cominciano a considerare il mezzo pubblico un trasporto non più sicuro"

Generico 2018

I lavoratori dell’Atm di Milano incrociano le braccia: uno sciopero per chiedere risposte certe contro i rischi legati alle numerose aggressioni avvenute sui mezzi e nel metrò.

Lo sciopero è in programma martedì 11 ottobre, dalle 8.45 alle 15 e arriva dopo una raffica di episodi di aggressione, sei in pochi giorni.
È stato indetto dalla maggior parte delle componenti sindacali di categoria: Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Autoferrotranvieri e Orsa.

“Ora basta, non è più tempo solo di parole e buoni propositi” dice la Filt-Cgil in una nota. “Chiediamo un intervento concreto e sinergico che coinvolga il legislatore, le istituzioni e il Gruppo Atm a tutela della sicurezza e dell’incolumità delle lavoratrici e dei lavoratori. Anche gli utenti cominciano a considerare il mezzo pubblico un trasporto non più sicuro soprattutto per gli episodi di violenza e aggressione che si verificano ad opera della microcriminalità a bordo dei mezzi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore