Aperto il bando per il Buono scuola 2022: a chi spetta e come presentare la domanda

Qualche problema tecnico all'apertura del bando per il contributo regionale alle rette scolastiche di primarie o secondarie. Tutte le domande ammissibili saranno accolte, c'è tempo fino al 21 dicembre

Generico 2018

Aperto a mezzogiorno di oggi, giovedì 24 novembre, il bando per il Buono scuola di Regione Lombardia per ottenere un contributo a fondo perduto a sostegno del pagamento della retta scolastica di una scuola primaria o secondaria, paritaria o pubblica, con retta di iscrizione e frequenza, con sede in Lombardia o in regioni confinanti.
Come spesso accade in questi casi, il portale dedicato di Regione Lombardia ha funzionato a singhiozzo all’apertura del bando con moltissime famiglie che hanno dovuto attendere anche ore per poter caricare la propria domanda.

Chi ha diritto ad accedere al Buono scuola (una delle quattro misure della Dote scuola che comprende oltre al Buono scuola anche il sostegno per la disabilità, un contributo per libri di testo e materiale didattico e un premio al merito), ha tempo fino alle ore 12 del prossimo 21 dicembre per presentare la propria domanda online tramite SPID o CIE – CNS – CNR, compilando il form a questo link.
Tutte le domande degli aventi diritto saranno accolte, indipendentemente dall’ordine di presentazione. Qualora i fondi stanziati non fossero sufficienti a coprire tutte le richieste ammesse “i contributi assegnati a richiedenti con ISEE superiore a 16.000 euro potranno essere rimodulati in misura proporzionale. Rimangono  garantiti per intero i contributi destinati a studenti frequentati la Scuola primaria”, precisa Regione Lombardia sul portale dedicato.

CHE COS’È LA DOTE SCUOLA – BUONO SCUOLA

Dote Scuola – Buono Scuola è un contributo a fondo perduto a studenti residenti in Lombardia minori di 21 anni a sostegno del pagamento della retta di iscrizione e frequenza presso una scuola paritaria o pubblica con sede in Lombardia. È possibile fare richiesta di contributo anche per scuole di regioni confinanti, purché lo studente rientri quotidianamente all’abitazione di residenza.

Sono ammesse al contributo le spese relative alle sole attività curricolari riconducibili a corsi a gestione ordinaria (ovvero condotti entro il 21° anno di età), quindi percorsi di istruzione scolastica. Non sono pertanto ammissibili, a titolo di esempio, spese per vitto e alloggio o spese per attività extracurricolari o di ampliamento dell’offerta formativa.

Il Buono scuola viene determinato in relazione alle fasce ISEE di appartenenza (fino a un massimo di 40.000 €) e all’ordine e grado di scuola frequentata, dalla primaria alla secondaria di secondo grado, con contributi che variano da un minimo di 300 € a un massimo di 2000€ (e comunque per una cifra mai superiore all’entità della spesa effettivamente sostenuta per la retta), come da tabella qui sotto:

Valore ISEE  Scuola primaria Scuola secondaria di 1° grado Scuola secondaria di 2° grado
fino a € 8.000 € 700 € 1.600 € 2.000
da € 8.001 a 16.000 € 600 € 1.300 € 1.600
da € 16.001 a 28.000* € 450 € 1.100 € 1.400
da € 28.001 a 40.000* € 300 € 1.000 € 1.300

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda deve essere presentata dallo studente che non abbia ancora compiuto 21 anni al momento dell’inoltro della stessa, oppure da un genitore o tutore dello studente minore al link riportato sopra.
L’avvenuta ricezione telematica della domanda ed il suo numero identificativo sono comunicati al soggetto richiedente per posta elettronica, all’indirizzo indicato nella sezione anagrafica di Bandi OnLine.

ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO

I beneficiari ammessi ricevono comunicazione riguardo all’assegnazione e alle modalità di utilizzo tramite e-mail, all’indirizzo specificato in fase di compilazione della domanda.
In ottemperanza alle norme in materia di protezione dei dati personali gli esiti del bando saranno pubblicati nell’Area personale del richiedente, all’interno della piattaforma www.bandi.regione.lombardia.it

Il Buono scuola è erogato sotto forma di buono digitale, utilizzabile entro il 30 giugno 2023 a favore della scuola dove lo studente ha terminato l’anno scolastico 2022/2023.
La famiglia è tenuta a comunicare tempestivamente – entro e non oltre il 30 giugno 2023 – l’eventuale cambio scuola all’Ufficio Istruzione, Diritto allo Studio e Comunicazione di Regione Lombardia, all’indirizzo ricercainnovazione@pec.regione.lombardia.it.

Maggiori informazioni a questo link .

di
Pubblicato il 24 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore