L’industria grafica del Varesotto premia il merito: sei borse di studio a giovani talenti

Il Comitato Provinciale per l’Istruzione Grafica di Varese ha premiato gli studenti più meritevoli di Enaip Varese e del Cfp Padre Monti di Saronno. Il settore nella provincia conta 364 realtà manifatturiere per circa 3.600 addetti

Economia generiche

L’industria grafica del Varesotto investe sul futuro: sei studenti dei corsi professionali ad indirizzo grafico del territorio sono stati premiati con una borsa di studio dal valore di mille euro ciascuna.

Si tratta di un riconoscimento al merito, in memoria dell’architetto Giuseppe Meana, storico titolare della Pusterla 1880 Spa, la cartografica di Venegono Inferiore, che è stato consegnato ai talentuosi grafici nella sede di Confindustria Varese a Busto Arsizio.

Come da tradizione, a conferirlo è stato il Comitato Provinciale per l’Istruzione Professionale Grafica di Varese. Ad essere premiati sono stati i tre studenti più meritevoli dell’Enaip di Varese: Davide Berton, Davide Berlaffa e Luca Puleo; e i tre migliori della Fondazione Daimon di Saronno: Matteo Mitro, Chiara Polcari e Nicolò Vignati.

Un premio per i voti presi durante l’anno scolastico 2021-2022; per l’esito del percorso di alternanza scuola-lavoro in cui i ragazzi e le ragazze sono stati coinvolti attraverso esperienze nelle imprese; per l’inclinazione e le capacità mostrate nei confronti dei linguaggi e degli strumenti della grafica; per l’abilità nel predisporre un elaborato digitale, progettato per una campagna social (su Facebook/Instagram/Linkedin) e un elaborato stampato in forma di brochure o depliant o pieghevole con cui è stato illustrato graficamente il progetto di eco-sostenibilità di un’azienda.

La cerimonia di premiazione dedicata alle promesse della grafica è un appuntamento tradizionale che vede il Comitato Provinciale per l’Istruzione Professionale Grafica in prima fila ormai da svariati anni, non solo nel sostegno alla formazione dei giovani che intendono entrare nel mondo del lavoro attraverso questo settore industriale così radicato sul territorio, ma anche nella promozione dell’aggiornamento degli addetti che già lavorano nelle imprese.

Il settore grafico in provincia di Varese rappresenta, infatti, una fetta importante dell’industria manifatturiera: sono 364 le unità locali che il comparto della carta e della stampa conta nel Varesotto per un totale di 3.588 addetti.

Solo all’interno di Confindustria Varese il Gruppo merceologico “Cartarie, Editoriali e Poligrafiche” conta 39 imprese per circa 2.157 addetti, in pratica il 3,6% della compagine associativa ed il 3,2% degli addetti in essa impiegati. Nel primo semestre 2022, le imprese del settore, della provincia di Varese, hanno realizzato un export pari a circa 193 milioni di euro.

«Le borse di studio, intitolate all’imprenditore Giuseppe Meana, vogliono ricordare le qualità umane e industriali di un collega e Past President di questo nostro Comitato, che ha sempre creduto nella formazione degli studenti e delle studentesse degli istituti professionali» dice Roberto Salmini, Presidente del Comitato Provinciale per l’Istruzione Professionale Grafica.

«È a figure imprenditoriali come Meana e Antonio Reggiani, altro storico titolare d’impresa del nostro settore, che si deve il forte radicamento dell’industria grafica nella nostra Provincia. Per questo siamo lieti di consegnare queste borse di studio agli studenti più meritevoli, che hanno dimostrato impegno e talento per le materie grafiche, ma soprattutto un forte interesse ad entrare in questo settore professionale . Come un po’ tutte le filiere industriali, anche quella della grafica è in costante trasformazione. I temi della sostenibilità e del digitale sono sempre più centrali, ma per rimanere competitivi non basta più puntare solo sulle nuove tecnologie. È necessario che le aziende investano anche nella capacità di attrarre e far rimanere sul territorio i giovani talenti: il futuro dell’imprenditoria, in questo caso, grafica».

Le borse di studio, però, non sono il solo strumento di sostegno che il Comitato ha erogato agli studenti e alle attività di formazione grafica. Dal 1998 ad oggi ammontano a più di 200mila euro le erogazioni fatte a vantaggio delle realtà attive nel settore come, ad esempio, la Fondazione Daimon di Saronno, l’Enaip di Varese e l’Ente Nazionale Istruzione Professionale Grafica di Roma. Fanno attualmente parte del Comitato Provinciale per l’Istruzione Grafica, oltre al Presidente Roberto Salmini, titolare di Lazzati Industria Grafica Srl, anche i rappresentanti aziendali Gianandrea Redaelli (La Tipografica Varese Srl), Eros Marini (Pusterla 1880 Spa), Cristiano Magri (ICR Incisioni Cilindri Rotocalco Spa) e quelli sindacali Luciano Pellizzaro, Maurizio Demma, per SLC – CGIL, Domenico Cavallin per FISTEL – CISL.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore