Per le regionali in Lombardia parte dal Corvetto la campagna di Unione Popolare

Il nome del candidato ancora non c'è, ma la lista della sinistra sinistra nata lo scorso anno annuncia che sarà presente. Primo appuntamento l'assemblea all'Arci del quartiere popolare di Milano

Unione Popolare simbolo

Il nome del candidato ancora non c’è, ma Unione Popolare – la lista della sinistra – è pronta a partire. Si parte da un’assemblea a Milano, il prossimo 25 novembre, al circolo Arci di via Oglio, al Corvetto.

Alle scorse elezioni politiche Unione Popolare non è riuscita a superare al soglia di sbarramento e non ha eletto parlamentari. Ma il progetto resta e anche la visione, critica sia verso il centrodestra sia verso il Pd: «Davanti al disastro acclarato del Governo Fontana e Moratti, assistiamo all’ennesimo teatrino della politica nel quale emerge chiaramente che l’intercambiabilità della Moratti come candidata presidente trova un naturale consenso nei due poli, quello di centro-destra e quello di centro-sinistra. Questo conferma tutto ciò che noi denunciamo da tempo: il consociativismo e la convergenza fra centro destra e centro sinistra. Tanto il governo regionale di Fontana quanto le amministrazioni locali dei vari Sala o Gori condividono concezioni politiche in antitesi solo a parole ma perfettamente sovrapponibili nella pratica».

Tanto a Fontana quanto a Sala (per indicare due riferimenti dei due schieramenti in Lombardia) vengono contestate le «politiche neoliberiste» che si tramutano in «consumo del suolo, esternalizzazione del lavoro nel comparto pubblico, privatizzazione della sanità e marginalizzazione della medicina territoriale», più in generale «riduzione dello stato sociale», mentre famiglie e singoli fanno i conti con i costi energetici alle stelle, le bollette impazzite, il carovita.

E dunque via alla campagna elettorale con una candidatura distinta dal centrosinistra, che rappresenti «un polo autonomo, antiliberista, ambientalista e pacifista». Le anime sono quelle che si sono ritrovate l’anno scorso: Rifondazione Comunista che mette una certa struttura organizzativa, Potere al Popolo con il suo attivismo soprattutto nelle città (a Napoli dove è nata, a Bologna con Marta Collot), il gruppo Paese Reale, le parlamentari “eretiche” riunite nella sigla ManifestA.

Primo appuntamento, come detto, a Milano, con l’assemblea pubblica del 25 novembre alle ore 19:00 al circolo Arci di via Oglio 21, vicino alle fermate Brenta e Corvetto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore