Il virologo Pregliasco con Majorino, il direttore Feltri con Fontana: candidature eccellenti alle regionali lombarde

Se da un lato ci sono quelli dei politici territoriali, come spesso accade, tra i candidati in lizza spuntano anche volti noti del dibattito politico locale e nazionale

pregliasco feltri

Firmato ufficialmente il decreto che fissa ai prossimi 12 e 13 febbraio le elezioni regionali lombarde si cominciano a rincorrere i nomi dei candidati tra le liste dei partiti. Se da un lato ci sono quelli dei politici territoriali, come spesso accade, tra i candidati in lizza spuntano anche volti noti del dibattito politico locale e nazionale.

I primi di cui si discute in questi giorni sono il virolo Pregliasco e il direttore Vittorio feltri. Il primo è uno dei volti noti della pandemia da Covid19: Lorenzo Pregliasco è il Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, oltre che Professore associato presso la sezione di Virologia del dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano.

Ha spiegato Pregliasco al Corriere della Sera: «Mi è stato chiesto di farmi avanti da diverse realtà del Terzo settore, vista la mia esperienza ultra decennale in Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze, ndr), prima come volontario poi come presidente. E poi certo, ho parlato a lungo con Pierfrancesco Majorino. Ci ho pensato su un po’ di tempo e alla fine ho deciso: mi candido a consigliere regionale della Lombardia nella lista civica con il candidato presidente del centrosinistra».

L’annuncio di Vittorio Feltri è invece arrivato alcuni giorni fa via Twitter: “Finalmente guarito, basta guai, intendo candidarmi per le regionali in Lombardia nelle liste di Fratelli d’Italia in omaggio a Giorgia Meloni che stimo molto”, ha spiegato il direttore editoriale di Libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore