Varese News

Rinvio a giudizio per il professore di musica accusato di molestie sessuali a Busto Arsizio

Imputazione coatta decisa dal gup del Tribunale di Busto Arsizio per il docente, accusato di aver molestato almeno uno degli studenti della classe che gli era stata affidata in un liceo cittadino

scuola generica

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Busto Arsizio, Veronica Giacoia, ha deciso di disporre il rinvio a giudizio nei confronti di un professore (attualmente sospeso) del liceo artistico di Busto Arsizio per molestie sessuali nei confronti di uno studente della sua classe.

La pm Martina Melita aveva chiesto l’archiviazione ritenendo i fatti non penalmente rilevanti ma l’avvocato del giovane (Dario Celiento), che all’epoca dei fatti era diventato appena maggiorenne, aveva presentato opposizione che ha portato alla decisione di imputazione coatta nei confronti dell’insegnante di musica.

La vicenda si sarebbe svolta a casa del professore e avrebbe coinvolto almeno due studenti della classe che avrebbero subito della avance. A seguito della denuncia il docente è stato poi sospeso ma in seguito ci sarebbe stato anche un tentativo di chiarimento da parte del ragazzo che lo aveva denunciato che poi sarebbe sfociato in un’aggressione fisica nei confronti del prof. Sarà il processo a chiarire se il particolare rapporto instauratosi tra i due abbia superato il limite del lecito.

In una lettera firmata da parte di Silvio Premoli, docente dell’Università Cattolica e garante dei diritti dell’infanzia a Milano, aveva messo in evidenza e stigmatizzato il comportamento del professore e aveva esortato i compagni di classe della presunta vittima a parlare del tipo di rapporti che si erano creati con lui.

 

Festini con il prof: “Ragazzi e ragazze non restate in silenzio”

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 22 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore