A Milano il prezzo dei biglietti di metro, bus e tram aumenta a 2,2 euro

Gli aumenti partono da oggi ma non comprendono gli abbonamenti mensili e annuali

metropolitana

Dal 9 gennaio sono aumentati i prezzi dei biglietti dei trasporti pubblici a Milano.

L’aumento dei mezzi gestiti da Atm, che arriva a tre anni e mezzo dall’ultimo deliberato, è stato causato dall’inflazione e deciso dall’Agenzia di Bacino su disposizione di Regione Lombardia lo scorso agosto.

Il comune di Milano ha scelto di non cambiare le tariffe degli abbonamenti mensili e annuali, che rimangono quindi invariati a 39 euro mensili e 330 euro annuali. Gli altri biglietti, invece, subiranno aumenti diversi. Ad esempio, il biglietto singolo passerà da 2 a 2,20 euro, il carnet dieci corse da 18 a 19,50 euro, il biglietto giornaliero da 7 a 7,60 euro e il biglietto valido per tre giorni da 12 a 13 euro. Anche i biglietti che superano le zone M1-M3, cioè quelle che corrispondono ai confini del Comune di Milano, subiranno aumenti.

Atm ha precisato che i biglietti acquistati con le vecchie tariffe saranno validi per 60 giorni dopo l’entrata in vigore dell’aumento, quindi fino al 10 marzo 2023. Dopo questa data non avranno più validità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore