Varese News

Al teatro Sociale Delia Cajelli di Busto l’Histoire du Soldat. Prove aperte a mille studenti

L’opera, ideata da Ramuz e messa in musica da Stravinsky, mette in risalto il dramma dello sradicamento, narrando le vicende di un soldato

teatro sociale busto arsizio

Torna sul palco del Sociale il direttore toscano Aram Khacheh con il suo Bazzini Consort, già ospiti della Stagione Sinfonica 2022-2023, in occasione del concerto di novembre con Giovanni Sollima. Venerdì 20 gennaio alle ore 21.00 l’ensemble bresciano si cimenterà, insieme all’attore Luciano Bertoli, nell’esecuzione di uno dei capolavori del Novecento storico: l’Histoire du Soldat.

Uno spettacolo senza tempo, sempre umano, sempre vero, ideato da Charles-Ferdinand Ramuz e messo in musica da Igor Stravinsky nel 1918: una prima pietra per ricostruire il mondo sconvolto dalla Grande Guerra. L’Histoire du Soldat mette in risalto il dramma dello sradicamento, narrando le vicende di un soldato, metafora dell’uomo costretto a viaggiare da un luogo all’altro, lontano dalla propria patria a causa delle guerre, personificate dal diavolo.

Uno spettacolo anche per ragazzi
“Con il duplice intento di avvicinare i ragazzi al mondo del teatro musicale e di riuscire a parlare loro di guerra e di cosa possa significare esser profughi, (oggi più che mai, è nostro dovere far riflettere le nuove generazioni su questi temi), Musikademia in collaborazione con l’Associazione Lilopera ha pensato di replicare lo spettacolo al mattino per le scuole del territorio – spiega il M° Davide Bontempo, direttore artistico e musicale della Stagione Sinfonica del Teatro e presidente di Musikademia. – L’iniziativa è stata colta con entusiasmo dall’Amministrazione Comunale che patrocina l’iniziativa (ringrazio a tal proposito e in particolar modo la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli e l’assessore alle Politiche educative Daniela Cerana), da docenti e dirigenti scolastici: ci saranno due repliche mattutine (giovedì 19 e venerdì 20 gennaio) a cui parteciperanno oltre 1.000 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, accompagnati dai loro docenti. Ma non si tratta semplicemente di assistere alla messa in scena, bensì di un percorso che parte dalla formazione dei docenti, svolta all’inizio di dicembre 2022 presso il Ridotto dei palchi del Teatro Sociale con Christian Silva (scenografo, registra teatrale, formatore nonché Presidente di Lilopera) a cui hanno aderito sia gli insegnanti delle classi partecipanti al progetto sia altri insegnanti interessati ad ampliare il proprio bagaglio didattico interdisciplinare.”

Una dedica a Stravinsky
Monumentum sur le tombeau d’Igor Stravinsky, omaggio del M° Davide Bontempo, che oltre a essere direttore d’orchestra è compositore, composto nel 2021 in occasione del 50° anniversario della morte di Stravinsky, verrà eseguito in prima assoluta come Ouverture all’Histoire du Soldat. Non è l’unica dedica allo spettacolo: anche gli studenti della scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Bertacchi-Bellotti, ad apertura evento, proporranno al pubblico una parte del percorso svolto in questi mesi sul tema dell’Histoire, eseguendo un tango.

Come partecipare
I biglietti per lo spettacolo serale di venerdì 20 gen. alle 21.00 sono acquistabili su VIVATICKET https://www.vivaticket.com/it/ticket/histoire-du-soldat/187949 oppure presso la biglietteria del Teatro Sociale Delia Cajelli, piazza Plebiscito n°8, Busto

Grazie a…
Si ricorda che la Stagione Sinfonica 2022-2023 è organizzata dall’Associazione Culturale Musikademia APS in collaborazione con l’associazione Educarte e il Teatro Sociale Delia Cajelli, con il patrocinio del Comune di Busto Arsizio, con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto tramite il Bando Arte&Cultura 2022, e con il sostegno degli sponsor Dino Ceccuzzi, A&A Studio Legale, Studio Vabri – Dottori Commercialisti, Fin-Cle Srl e Istituto Clinico San Carlo.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore