Elezioni regionali, conto alla rovescia per le liste: ecco i candidati del Legnanese e del Rhodense

Mancano ormai pochi giorni alla scadenza del termine per il deposito delle liste dei candidati consiglieri in vista delle prossime elezioni regionali

elezioni regionali

Mancano ormai pochi giorni al deposito delle liste dei candidati per le prossime elezioni regionali, che domenica 12 e lunedì 13 febbraio riporteranno quasi 8 milioni di cittadini alle urne per scegliere il prossimo presidente della Lombardia in quella che si profila una corsa a tre tra il governatore uscente Attilio Fontana, il suo ex braccio destro Letizia Moratti per il Terzo Polo e l’europarlamentare Pierfrancesco Majorino per centrosinistra e Movimento 5 Stelle. Quarta in lizza la candidata di Unione Popolare Mara Ghidorzi. Gli elenchi degli aspiranti consiglieri al Pirellone andranno ufficializzati tra il 30esimo e il 29esimo giorno precedente alla data del voto, vale a dire tra la giornata di venerdì 13 e le ore 12 di sabato 14 gennaio.

Cinque anni dopo la tornata che ha consegnato al Legnanese un consiglio regionale senza rappresentanti del territorio, i nomi in corsa per un seggio a Palazzo Pirelli da Legnano e dintorni non mancano. Nelle fila del centrodestra, che ai blocchi di partenza si presenta come favorito per la riconferma, a rappresentare la zona ci saranno il sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi e la consigliera comunale di Legnano Daniela Laffusa, che martedì 10 gennaio hanno firmato l’accettazione della candidatura, entrambi per la Lega.

Con loro, questa volta lato Fratelli d’Italia, ci sarà anche l’ex primo cittadino di Turbigo Christian Garavaglia e, con ogni probabilità, Maira Cacucci, oggi assessore a Rozzano ma da tempo nome di spicco del partito di Giorgia Meloni nel Legnanese, dove negli anni si è seduta in giunta prima a Rescaldina e poi a Legnano.

Tenteranno invece la corsa al Pirellone insieme a Pierfrancesco Majorino l’ex sindaco di San Giorgio su Legnano Walter Cecchinil consigliere comunale di Nerviano Francesco Pompa e la consigliera comunale di Turbigo Renata Cerutti con il Patto civico per Majorino presidente e l’ex primo cittadino di Canegrate Roberto Colombo con Verdi e Sinistra Italiana. Per il Partito Democratico, invece, correrà il sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello, attuale presidente della Conferenza dei sindaci dell’Alto Milanese. Nella lista civica di Majorino anche Renata Cerutti, già candidata sindaca di Turbigo.

Sosterranno infine Letizia Moratti la referente di Azione Legnano Paola Barbazza nella lista di Azione e Italia Viva e l’ex vicesindaco di Busto Garolfo Ilaria Cova, che invece farà parte della civica della coalizione.

Diversi nomi in corsa anche dal Rhodense, a partire dal vicepresidente uscente del consiglio regionale Carlo Borghetti per il Partito Democratico. Sempre nella coalizione a sostegno di Pierfrancesco Majorino, ma questa volta tra i civici, ci sarà anche la prima cittadina di Arese Michela Palestra, vicesindaco della Città metropolitana di Milano. Al fianco di Attilio Fontana, invece, ci saranno il consigliere regionale uscente Simone Giudici per la Lega e la rhodense Brunella Bettinelli e l’assessore di Garbagnate Milanese Primavera Abate per Forza Italia. Per Letizia Moratti, infine, tra i candidati ci saranno Marco Tizzoni, fondatore della civica Gente di Rho che in Regione c’era già stato ai tempi della presidenza di Maroni, e Daniela Bossi, già vicesindaco e assessore di Pero e consigliere comunale.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 11 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore