Varese News

“Malpensa può crescere senza sacrificare la brughiera”

La lista Patto Civico Majorino schiera anche otto esponenti ambientalisti, tra Varesotto e Milanese, che sostengono la battaglia contro l'ampliamento dell'aeroporto verso Sud

Generico 23 Jan 2023

Malpensa può crescere senza sacrificare la brughiera: ne sono convinti i candidati consiglieri regionali della lista Patto Civico Majorino che sono andati in via Gaggio, vicino all’aeroporto, per ribadire insieme il loro impegno convinto.

Otto i candidati “schierati” per lo sviluppo sostenibile: nella lista di Città Metropolitana di Milano sostengono l’impegno Michela Palestra, Renata Cerutti, Marco Maggi, Gianfranco Accomando, Walter Cecchin, Francesco Pompa. Mentre nella lista della Provincia di Varese il fronte ambientalista schiera Walter Girardi e Dino De Simone.

C’è una vera specificità territoriale, intorno a Malpensa: una zona che ha problemi simili e struttura territoriale simile (grossi paesi e borghi, qualche città più grande come Legnano, Busto, Gallarate, Magenta), ma su due diverse province, Varese e Città Metropolitana di Milano.

I candidati del territorio hanno ribadito «l’importanza della tutela della Brughiera del Gaggio», sottolineando che «lo sviluppo logistico aeroportuale definito dal Masterplan 2035 è perseguibile anche rivalutando e riqualificando le aree già comprese nel sedime aeroportuale».

«Nessuno vuole limitare lo sviluppo economico ed il suo relativo indotto utile a tutto il territorio, ma siamo certi che tale soluzione può e deve essere concertata nel rispetto ambientale di un territorio prezioso che subirebbe danni irreversibili nell’attuale definizione del Masterplan. I candidati del Patto Civico per Majorino Presidente, hanno voluto oggi testimoniare il loro sostegno alla salvaguardia di questo e di tutto il territorio Lombardo, spesso aggredito con miopia e poca lungimiranza».

Al centro del dibattito, va ricordato, c’è la previsione di espansione dello scalo su 44 ettari di brughiera oggi fuori dal sedime (in territorio di Lonate Pozzolo) e che – nelle previsioni dell’ente gestore – diventeranno area cargo, con magazzini merci.
La Regione ha un ruolo significativo nella programmazione territoriale ed è stata il luogo della discussione dell’accordo sul Masterplan Malpensa 2035, che ha trovato un punto di incontro tra Sea e Comuni (del Varesotto, di vari “colori” politici), contestato invece da diverse voci ambientaliste e dai Comuni del Castanese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore