S’insedia il nuovo consiglio del Consorzio Villoresi, Alessandro Folli confermato presidente

Dopo le elezioni di novembre completato il rinnovo: delegato dell'assemblea dei sindaci è Giovanni Cucchetti di Cuggiono. Prima sfida: attrezzarsi per "gestire" le stagioni di siccità

consiglio amministrazione Consorzio Est Ticino Villoresi

Debutta il nuovo consiglio di amministrazione del Consorzio Est Ticino Villoresi: l’organo esecutivo del consorzio si è riunito per la prima volta giovedì 12 gennaio, dopo l’appuntamento elettorale dello scorso novembre, che ha rinnovato gli organi amministrativi dell’Ente.

Nel corso dei lavori, i consiglieri neoinsediati sono stati chiamati ad eleggere il nuovo presidente: riconfermato per acclamazione Alessandro Folli, che rappresenterà l’ente per i prossimi cinque anni.
Sarà invece il suo vice Alessandro Rota; la conferma è arrivata anche per Antonio Bonati, che assieme al presidente e al suo vicario farà parte del Comitato Esecutivo.

Tra i consiglieri dell’attuale board dell’ente, espressione degli enti territoriali, Marco Arcari è stato individuato dalla Città Metropolitana di Milano mentre Giovanni Cucchetti, primo cittadino di Cuggiono, è stato nominato dall’Assemblea dei Sindaci del comprensorio ETVilloresi. Manca solo il nominativo del componente indicato da Regione Lombardia, che sarà individuato a breve.

Nel corso della seduta è stato ampiamente trattato il tema della siccità, che ha condizionato pesantemente la scorsa stagione irrigua e che è una delle maggiori sfide che attendono il Consorzio, che ha già delineato eventuali risposte (come la “bacinizzazione” dei navigli).

La prossima riunione di CdA è fissata a fine mese, quando il presidente formalizzerà il conferimento di alcune deleghe ai Consiglieri e verranno definiti in modo collegiale gli obiettivi di mandato.

consiglio amministrazione Consorzio Est Ticino Villoresi

«Sarà da subito prioritario condividere con il nuovo Consiglio di Amministrazione le misure da attuare nel caso si riproponesse nel 2023 una stagione irrigua difficile come quella passata. Lo scorso anno abbiamo dovuto affrontare una situazione complessa quanto inedita, in cui abbiamo fatto quanto possibile con risorse idriche per lunghi periodi dimezzate» dice il presidente Folli.

«È nostra intenzione non farsi trovare impreparati dinnanzi all’eventualità, nei prossimi mesi, di uno scenario altrettanto problematico. E’ già in corso uno studio attento e puntuale di possibili provvedimenti da condividere quanto prima con i nuovi amministratori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore