Varese News

È “atterrata” al Del Ponte la prima cicogna del 2019

Benvenuto a Giorgio e Nicolò, due maschietti nati pochi minuti prima della fine del 2018 e all'inizio del 2019. In totale, nel 2018, i nati nei tre punti nascita della ASST dei Sette Laghi sono stati 3901

piedini neonato

L’ultimo vagito del 2018 e il primo del 2019 sono stati all’Ospedale Del Ponte di Varese.

Alle 22.35 è nato Alessandro Diego Martina e alle 6.57 da una mamma di nazionalità italiana e da un papà tunisino è venuto alla luce Nicolò Anime Nefzi.

In totale nel 2018 nei tre punti nascita della ASST dei Sette Laghi sono nati 3.901 bambini confermando il dato dello scorso anno e attestando il Dipartimento donna e bambino dell’Azienda varesina tra i maggiori in Lombardia e in Italia.
Un dato interessante riguarda l’aumento dei nati all’Ospedale di Cittiglio, che ha superato abbondantemente quota 500. In leggero calo Tradate. Un dato che però si spiega con riferimento agli importanti lavori di ristrutturazione che hanno interessato il presidio e, in particolare, il reparto di Ostetricia, dove i lavori si sono conclusi da poco e nelle prime settimane dell’anno è previsto il trasferimento nella sede completamente rinnovata.

«E’ di grande soddisfazione il fatto che in un contesto nazionale in cui le nascite continuano a diminuire, i nostri Ospedali, insieme, confermano la quota di quasi 4mila nati, un numero davvero grande, che rende la nostra Azienda tra le prima in Lombardia e in Italia per numero di nascite. – è il commento del Professore Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’ASST Settelaghi. – Sono molto felice, in particolare, per il dato di Cittiglio, dove, in parte, sono andate certamente a confluire le gravide che prima afferivano all’Ospedale di Angera, che proprio da oggi è entrato a far parte della nostra ASST, ma in parte sono il risultato di un bel gioco di squadra. Il legame con la sede centrale del Del Ponte ha permesso infatti di enfatizzare le competenze e la vocazione specifica della sede territoriale. Più in generale, questi risultati sono possibili solo laddove la competenza di tutti gli operatori dell’ambito materno-infantile si accompagna alla tecnologie e, ancora più importante, ad una grande, grandissima dedizione al proprio lavoro».

«Guidare la cabina di regia della Rete Integrata Materna Infantile è stato anche per quest’anno un impegno faticoso, ma ricco di soddisfazioni.- commenta il professor Fabio Ghezzi, Direttore della Rete Integrata materno-infantile – Innanzitutto, abbiamo proseguito il percorso di messa in sinergia dei tre punti nascita della ASST già iniziato nel 2017, perfezionando l’organizzazione secondo il modello definito come “Hub e Spoke”, dove il centro di riferimento nel quale viene concentrata la patologia e i casi più complessi (Hub, ossia il Del Ponte) opera in stretto collegamento con i presidi ospedalieri territoriali (Spoke, ossia i presidi di Tradate e Cittiglio), che si occupano di pazienti che richiedono una minore intensità di cure.
Fare davvero rete ha significato condividere le professionalità (molti medici prestano servizio in più punti nascita), creare percorsi unificati per la gravidanza fisiologica e facilitare il passaggio di presa in carico in caso di complicanze che devono essere centralizzate, garantire l’uniformità di procedure e strumenti adottati, con un occhio sempre vigile sugli aspetti dell’appropriatezza e della sicurezza. Credo davvero che abbiamo fatto enormi passi avanti e oggi possiamo dire che i tre punti nascita lavorano in stretta connessione, pur conservando le proprie specificità, con l’intento comune di offrire la migliore assistenza alle donne di cui ci prendiamo cura. Per tutto questo devo ringraziare i medici e le ostetriche che lavorano nel gruppo da me diretto, che hanno creduto nel progetto della rete e lo hanno sostenuto con impegno e dedizione».

Dati di dettaglio per i tre punti nascita di Varese, Tradate e Cittiglio

Ospedale Filippo Del Ponte di Varese

ANNO  MASCHI  FEMMINE  STRANIERI  TOTALE NATI
2017     1350          1525              307                 2875
2018     1316          1498              413                 2814

ULTIMI TRE NATI del 2018
31 dicembre, ore 22.35 maschio gr 2880:, cittadinanza italiana. Comune di residenza Masciago Primo.

31 dicembre, ore 21.55 femmina gr 3810: cittadinanza italiana. Comune di residenza Varese.

31 dicembre, ore 19.51 maschio gr 3370: cittadinanza italiana. Comune di residenza Arsago Seprio.

PRIMI NATI del 2019
1 gennaio, ore 6.57 maschio  gr 354o: cittadinanza italiana. Comune di residenza Varese.

I nomi degli ultimi nati nel 2018: 21.55 Manuela Pia Carbone 22.35 Alessandro Diego Martina

Il primo nato: 6.57 Nicolò Anime Nefzi  (nella foto qui sotto), la mamma è italiana e il papà tunisino.

Avarie

 

Ospedale Galmarini di Tradate

ANNO  MASCHI  FEMMINE   STRANIERI   TOTALE NATI
2017      307            293                95                      600
2018      282           256                 82                      538

ULTIMI TRE NATI del 2018
31 dicembre, ore 06:26 maschio  gr 2925: cittadinanza Italiana Comune di residenza Venegono Superiore

31 dicembre, ore 17:45 maschio gr 3095: cittadinanza Albanese. Comune di residenza Gorla Maggiore.

31 dicembre, ore 21:40 femmina gr 3790: cittadinanza Italiana. Comune di residenza Dorno (PV)

PRIMI NATI del 2019
Ore 10:30 del 01/01/2019: ancora nessun nato.

I nome degli ultimi nati del 2018: Alex Attampato, Biorni Xmeraj, Vittoria Hudorovich

Ospedale “Causa Pia Luvini” di Cittiglio

ANNO   MASCHI   FEMMINE   STRANIERI   TOTALE NATI
2017      223             233                 58                     456
2018      269             280                 88                     549

ULTIMI TRE NATI del 2018

31 dicembre, ore 9,28 maschio: gr 3110, cittadinanza italiana. Comune di residenza Portovaltravaglia

30 dicembre, ore 21,29 femmina gr 3400: cittadinanza italiana. Comune di residenza Sesto Calende.

PRIMI NATI del 2019
Ore 10:30 del 01/01/2019: ancora nessun nato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore