Elezioni amministrative, Montano attende gli sfidanti e le mosse leghiste

Si avvicinano il momento di scegliere la nuova giunta che guiderà il paese dopo 5 anni con Gianni Montano sindaco, pronto a ricandidarsi. Il centrodestra discute mentre la Lega nega spaccature

consiglio comunale olgiate olona novembre 2018

Olgiate Olona si avvicina alle elezioni amministrative della primavera 2019 con un quadro politico del tutto diverso rispetto a cinque anni fa. Arrivati a Villa Gonzaga dalla stessa parte il sindaco uscente Gianni Montano e Giorgio Volpi (sindaco nei due mandati precedenti) si presentano su fronti contrapposti anche se il secondo non sembrerebbe intenzionato a ricandidarsi come sindaco in prima persona.

Al momento il quadro vede il sindaco uscente ricandidarsi ma con quella che cinque anni prima era l’opposizione (il centrosinistra di Leonardo Richiusa e Paolo Maccabei, ndr), mentre sul fronte opposto si pensa ad un candidato sindaco in quota rosa (il nome più gettonato è quello di Alda Acanfora) in rappresentanza di una civica di centrodestra oppure Andrea Gambini, leghista gradito ai vertici provinciali.

La Lega rimane, comunque, un’incognita. Cosa farà? Starà con la lista di centrodestra o andrà da sola? La risposta della segreteria provinciale lascia aperte entrambe le ipotesi ma esclude una spaccatura nella sezione cittadina e una diaspora dei militanti in altre liste: “La Segreteria Provinciale conferma che la Lega ad Olgiate Olona non è affatto spaccata, ma al contrario il segretario cittadino Gianni Reginato e la sezione stanno lavorando uniti in vista delle prossime elezioni amministrative, dove saremo certamente presenti col nostro simbolo e non ci sarà alcuna diaspora di militanti in più liste”.

Ancora presto per sapere dove si collocherà nello scacchiere elettorale: “Nessuna decisione definitiva è stata ancora presa e la sezione può fare delle proprie considerazioni valutando anche una corsa solitaria anche se, come in molti altri comuni, una lista unica con le altre componenti del Centrodestra rappresenta la scelta più naturale e politicamente più coerente ed è anche la soluzione a cui si sta prevalentemente lavorando” prosegue la nota dei vertici leghisti. Tra i possibili candidati espressi dal Carroccio spicca il nome di Andrea Gambini che, comunque, non sarebbe in contrapposizione a quello di Alda Acanfora.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 16 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore