Varese News

Fuga dai cimiteri di Busto a causa dell’aumento delle tariffe

Si aggira attorno al milione di euro la perdita del settore cimiteri rispetto all'epoca pre-aumento delle tariffe. In commissione emergono i numeri: meno 650 mila euro dalle tombe

Necrologie

Il bilancio di previsione del Comune di Busto Arsizio verrà votato dal Consiglio Comunale martedì prossimo, 26 marzo. Nel frattempo emerge, dalla discussione in commissione, il fallimento di uno dei provvedimenti più discussi della giunta Antonelli, quello che ha aumentato i costi di tumulazione nei cimiteri cittadini

Quell’aumento, che fu molto criticato anche all’interno della maggioranza stessa, oggi presenta un conto salato all’amministrazione comunale con una perdita secca di oltre un milione di euro.

Da quanto emerso ci sarebbe stato un calo di tumulazioni impressionante, tale da far scendere da 1 milione a 350 mila euro le entrate da nuove tumulazioni, nonostante l’aumento delle tariffe cimiteriali. In molti, dunque, hanno scelto di fa cremare il proprio parente deceduto, piuttosto che seppellirlo nei cimiteri bustocchi.

L’altra voce di perdita nel settore cimiteriale è la riesumazione dei resti dei defunti che l’amministrazione ha scelto di rendere gratuita, proprio per andare incontro alle richieste dei cittadini che lamentavano costi elevati. Qui il costo per le casse comunali ha toccato i 400 mila euro a causa della scelta di molti cittadini di non spostare le spoglie nei loculi ma di farli seppellire nella fossa comune, a totale carico dell’amministrazione.

Sommando i 650 mila euro in meno dalle nuove tumulazioni e i 400 mila euro di maggiori costi per le esumazioni, la perdita è di oltre un milione di euro.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 21 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore