Varese News

Modesto Verderio chiamato alla guida della Sap, l’azienda comunale di Lonate

Chiamato dai banchi della minoranza, per la sua esperienza specifica nella gestione della società del depuratore in passato

gallarate generico

Modesto Verderio alla guida della Sap, l’azienda comunale di Lonate Pozzolo.

Risale a qualche settimana fa l’annuncio delle dimissioni del presidente Michele Carrassi e ora arriva la nomina ai vertici di Verderio, che fino ad oggi è stato consigliere comunale di minoranza, eletto nelle file di Grande Nord (era candidato sindaco nel 2018).

“Dopo un’attenta valutazione abbiamo individuato nella persona del Sig. Modesto Verderio la figura che assumerà la carica di presidente del Consiglio di Amministrazione” si legge nella nota dell’amministrazione comunale. “La nostra è una scelta che vuole riconoscere le competenze e l’esperienza del Sig. Verderio, già precedentemente presidente del Cda della società “Tutela Ambientale dei Torrenti Arno, Rile e Tenore S.p.A.” proprietaria del depuratore di Sant’Antonino Ticino”.

Verderio, a lungo militante leghista, aveva guidato fino al 2015 la Tutela Ambientale (oggi la società è retta da un amministratore unico, Giuseppe Filoni, uomo di Forza Italia). Un’esperienza che Verderio aveva rivendicato anche in seguito, sottolineando i miglioramenti introdotti e un rapporto di collaborazione con il territorio.

Allontanatosi dalla Lega, Verderio ha sostenuto la nascita di Grande Nord, il movimento autonomista lanciato da Marco Reguzzoni: il risultato a Lonate – 9.39% – aveva dimostrato un certo radicamento nel paese dell’Altomilanese accanto a Malpensa.
E Verderio si era dimostrato decisivo nel cambio di amministrazione, sottraendo voti al centrodestra guidato da Forza Italia.

Ma adesso cosa farà Verderio? «Mi dimetterò da consigliere comunale, le dimissioni seppur non obbligatorie sono opportune» riconosce l’interessato. Che sottolinea anche la necessità di mettere la testa solo in Sap: «Si dovrà fare il presidente a tempo pieno, c’è una riduzione del lavoro  e perdite in aumento da fronteggiare: ci sarà da impegnarsi per trovare nuovi ambiti di lavoro. Sarà impegnativo: è una nomina gratificante, sono contento di tornare a lavorare sul territorio».

A Verderio dovrebbe subentrare Michele Tommaso Rusconi, primo dei non eletti nella lista di Grande Nord.

 

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 04 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore