Varese News

Tornavento 1636, cronaca dal campo di battaglia

Edizione numero 23 della storica rievocazione di quando truppe austriache e spagnole si fronteggiarono in un luogo carico di fascino

Archibugi che sfondano corazze, lame che tentano di bucare la cotta fra urla e comandi in lingue diverse: quel giorno lo scacchiere politico militare delle potenze europee  dell’Europa di quattro secoli fa si scontrò in un episodio militare che viene fatto rivivere di anno in anno a Tornavento.

Nel grazioso borgo di Lonate Pozzolo questo weekend si torna indietro nel tempo: a suon di colpi di spada e danze tipiche il borgo più bello della provincia di Varese è immerso nel 1636, al momento della battaglia di Tornavento.

Avarie

Quest’anno la famosa e fedele rievocazione storica del combattimento tra l’esercito
franco-sabaudo e quello del Re di Spagna organizzata dai ”Cavalieri del Fiume Azzurro” ed il
gruppo storico “Tercio de Saboya”.

La prima giornata si è svolta tra balli e danze tipiche, una cena “col curato Comerio” con pietanze dell’epoca ed esibizioni da parte del gruppo storico Incisa 1514. Ma la serata di sabato è solo un assaggio. Oggi, domenica 23 giugno, il momento più atteso: la ricostruzione della Battaglia di Tornavento, «l’unica della provincia di Varese di valenza storicamente accertata».

L’appuntamento è alle 15 nel campo davanti alla Dogana Austroungarica: a battaglia conclusa, ci saranno anche gli spettacoli equestri del gruppo “La spada nella Rocca” di Bellinzona.

di
Pubblicato il 23 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore