Più biglietterie automatiche nelle stazioni, la Regione chiede l’impegno a Trenord

Approvata all’unanimità una mozione che impegna il Presidente di Regione Lombardia e l’Assessore competente a sollecitare Trenord affinché valuti la realizzazione di una più capillare diffusione delle emettitrici automatiche

Trenord

Nella seduta odierna il consiglio Regionale lombardo ha approvato all’unanimità una mozione che impegna il Presidente di Regione Lombardia e l’Assessore competente a sollecitare Trenord affinché valuti la realizzazione di una più capillare diffusione delle emettitrici automatiche su tutta la rete. Prima firmataria del provvedimento la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza.

“Ho portato all’attenzione del Consiglio Regionale una problematica che mi è pervenuta da molti cittadini che ogni giorno utilizzano il treno per spostarsi – commenta Brianza – ovvero la difficoltà nel reperire il titolo di viaggio necessario. La mozione approvata oggi in aula è un atto importante per sbloccare una situazione che penalizza molti utenti, pendolari e viaggiatori occasionali, specialmente nei centri più piccoli”.

“Preso atto della progressiva scomparsa delle biglietterie nelle stazioni e che Trenord negli ultimi anni si sia affidata alle rivendite autorizzate come bar, edicole, tabaccherie – spiega Brianza – parallelamente si registra la difficoltà per i viaggiatori a utilizzare questi punti vendita che ovviamente sono soggetti ad orari e giorni di chiusura e spesso non sono neppure ubicati nelle immediate vicinanze delle stazioni”.

“Inoltre – prosegue Brianza – non si può trascurare che, se pur esiste il servizio on-line per l’acquisto di biglietti, molti anziani ad esempio faticano ad utilizzare queste piattaforme informatiche per procurarsi i titoli di viaggio”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore