Varese News

La richiesta al Comune di Lonate: “Sospendete le imposte locali”

Da un lato la proposta della minoranza di Centrodestra per Lonate, dall'altra quella dell'imprenditore Giovanni Rossetti, titolare di un grande parcheggio che serve Malpensa.

141tour

Una doppia richiesta, dal mondo dell’imprenditoria legata a Malpensa e dalle opposizioni. È la richiesta al Comune di Lonate Pozzolo di sospendere le imposte locali.

Da un lato, la minoranza rappresentata da Centrodestra per Lonate, che plaude alla chiusura volontaria di molti esercizi lonatesi (come ha fatto anche il sindaco Nadia Rosa) e chiede all’ente di fare un passo in più: “In questo grave momento di crisi ci sembra doveroso accantonare divergenze e dissidi, manifestando, all’attuale maggioranza, la nostra disponibilità a condividere le misure urgenti che dovessero rendersi necessarie. Invochiamo però maggiore forza e decisione per fronteggiare questo momento di difficoltà, dando risposte concrete a famiglie ed imprese. Non ci si può limitare ad applaudire, ma bisogna passare a gesti fattivi. Proponiamo, per i commercianti e le attività economiche che volontariamente hanno chiuso la propria attività per combattere il coronaviurs, la sospensione o almeno il differimento dei tributi locali”.

“Chiediamo inoltre – continuano dalla minoranza del Centrodestra – che misure simili vengano studiate per le numerose imprese legate all’indotto di Malpensa presenti sul territorio e per tutte le attività o gli Enti (es. le scuole materne) gravemente colpite dall’attuale emergenza sanitaria”.

E analoga richiesta arriva proprio, nelle stesse ore, dal mondo dei servizi intorno a Malpensa, precisamente da Giovanni Rossetti, noto imprenditore lonatese e titolare del Parking Autoport di Malpensa, che chiede un “piano speciale per sostenere le aziende del territorio sino a che la situazione non ritornerà alla normalità”, con particolare riferimento a tutte quelle che ruotano intorno all’aeroporto e ai servizi turistici.

Rossetti ha inoltrato una lettera al sindaco di Lonate Pozzolo “affinché adotti un provvedimento che rinvii i pagamenti di alcuni tributi comunali, a cui, al momento, sarebbe impossibile far fronte. In particolare si richiede un intervento concreto che preveda la sospensione della  tassa sui rifiuti […], dell’imposta  comunale sulla pubblicità, dell’Imu: in questo caso specifico l’Amministratore locale dovrebbe fungere da intermediario, trattandosi di un’imposta statale e non comunale”.

Misure simili sono già state adottate  in altre realtà un po’ più grandi – ad esempio Somma Lombardo e Cassano Magnago – e più piccole, come Jerago con Orago.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore