Mascherine chirurgiche a 50 centesimi: le farmacie si adeguano

La Federazione ha raggiunto un accordo con il Governo che restituirà i costi nettamente superiori sostenuti nelle settimane di emergenza

mascherina chirurgica

«Mascherine chirurgiche a 50 centesimi? Le chieda a Conte». È quanto si è sentita rispondere una lettrice in una farmacia della provincia.

« Una risposta che si può comprendere visti i prezzi che sono lievitati dalla metà di febbraio in poi – commenta il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Varese Luigi Zocchi – La nostra federazione, però, ha sottoscritto un accordo con il Governo per tenere calmierato il costo delle mascherine chirurgiche. Chi si era rifornito a prezzi superiori verrà rimborsato dallo Stato con un meccanismo, però, che appare un po’ complesso e macchinoso. Di fatto, oggi, nelle farmacie stiamo vendendo le chirurgiche di un ben preciso codice commerciale, a 50 centesimi più IVA».

Il problema delle mascherine è emerso a metà febbraio circa: « Fino a gennaio inizio febbraio – ricorda il dottor Zocchi – le mascherine le trovavamo a 25/30 centesimi. Poi è esplosa l’emergenza e prima hanno iniziato i cinesi a fare incetta per inviarli ai loro parenti in Cina, poi tutti le cercavano. Il mercato si è bloccato, non se ne trovavano più. Sono ricomparse con prezzi via via più elevati. Siamo arrivati a pagare anche tra 1,25 e 1,40 più IVA ciascuna. È chiaro che i farmacisti hanno acquistato cercando prezzi migliori ma in un range davvero molto alto. Oggi ci stanno ancora consegnando quelle partite comprate al triplo rispetto a quanto dovremmo venderle. La nostra federazione ha sottoscritto l’accordo per cui rispettiamo l’indicazione data dal Governo, ma la situazione è davvero complessa. Devo dire, però, che come Ordine non abbiamo ricevuto alcuna lamentale. magari non tutti i farmacisti saranno entusiasti della situazione, ma ci siamo adeguati».

Quello che è capitato alle mascherine sta ora avvenendo per i guanti usa e getta: « Ho girato davvero ovunque e non ne trovo più. Mi aspetto che si rinnovi l’escalation dei costi. Vedremo cosa capiterà»

di
Pubblicato il 05 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore