Non mi arrenderò. IO VIVRÒ

Marinella ricorda i giorni della quarantena e li traduce in versi

Le mani che muovono i sogni

Vivrò

Quando scende la sera, com’è fragile lo spirito …

Il pensiero è come un bimbo che teme il buio, e da’ forma ad angosciose immagini.

Immagini viste e riviste su quello schermo nemico, che più non sopporto.

Ma quando nasce il giorno scompaiono gli ombrosi sogni, e con la certezza leggo nel mio futuro.

“””Il futuro”””

Mi ravvedo, la certezza è stata tolta da un minuscolo invisibile virus….

Io, vivrò.

Vivrò non mi arrenderò. Vivrò per ciò che ho saputo costruire.

Io, donna con i miei anni, per quella delicata logica che comprende la. vita, per il senso che è dentro di me.

Per le sfacettature che il mio carattere riflette sullo specchio dell’anima.

Con i miei sogni, con i miei dubbi, con il mio orgoglio, con la mia Fede.

Non mi arrenderò.

IO VIVRÒ

Marinella Cervini, Gallarate

SCRIVICI LE TUE MEMORIE, LE TUE EMOZIONI, I TUOI PENSIERI IN QUESTO PERIODO DI CRISI

di
Pubblicato il 26 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore