“Gli alti comuni prorogano le tasse. Il nostro cosa fa?”

Progetto Cardano torna ad attaccare la maggioranza. La causa è non aver prorogato l’IMU: il termine ultimo era il 16 giugno

Presentazione candidato sindaco di Cardano al campo Sergio Biganzoli

“La giunta ha fato una bella visita di cortesia ai negozianti: una bella passerella, ma di concreto non riesce nemmeno a individuare un semplice gesto di solidarietà”. Non si abbassano i toni a Cardano al Campo. Le opposizioni da tempo denunciano l’atteggiamento della giunta Colombo e la mancanza di idee per affrontare la crisi da coronavirus.

Dopo le dure polemiche sull’area feste di via Carreggia – che il 24 giugno approderanno in Consiglio comunale – il terreno di scontro si sposta sulle tasse, in particolare sull’IMU. Sergio Biganzoli ha accusato la giunta di aver dimenticato «il termine ultimo del 16 giugno, stabilito dal governo per prorogare e rivedere la tassa. Tanti articoli, tanti proclami, ma alla fine l’amministrazione non ha concesso la proroga a chi si trova in difficoltà».

«Tanti comuni – ha dichiarato Biganzoli – si sono dimostrati attenti alle conseguenze del COVID-19 su famiglie, esercenti e imprenditori con diverse delibere: Ferno, Lonate Pozzolo, Samarate, Casorate Sempione, Somma Lombardo, Gallarate, Busto Arsizio, ma anche Castano Primo, Cerro Maggiore, Vanzaghello, Nosate, Villa Cortese, Luino. Dopo la scuola, ancora una volta l’attenzione alle iniziative sociali per la nostra comunità non sono all’ordine del giorno della nostra amministrazione».

«Hanno fatto la prima commissione sul territorio cercando di giustificare lo scempio dell’area feste; sull’area ex Stere aspettiamo, ma siamo vigili per evitare ogni favoritismo su chi oggi ne è il proprietario (il riferimento è a Vito Rosiello, assessore ai lavori pubblici e detentore di una quota di azioni della società proprietaria dell’area, ndr)».

Le critiche sono anche agli assessori e alla comunicazione. Dopo le parole che aveva pronunciato Vincenzo Proto in Commissione contro il sindaco Maurizio Colombo e l’amministrazione tutta («Usate i vostri profili privati per le comunicazioni istituzionali, usando peraltro parole poco consone al vostro ruolo»), Biganzoli rincara la dose: «Gli assessori sono assenti, tranne che sui social dove qualche assessore si vanta di avere fatto una serie di iniziative che in alcuni casi non sono nemmeno di sua competenza e in altri casi quello che elenca è tutto al futuro».

«In comune non si muove niente – aggiunge sferzante Biganzoli -. E pensare che hanno inserito un assessore esterno come Rosiello, persona di indubbia esperienza e capacità, ma forse nemmeno lui riesce a smuovere una giunta fatta di persone elette solo per il vento nazionale: basti pensare al numero di preferenze ricevute dagli assessori».

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 19 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore