L’appello di Isabella Tovaglieri: “La superstrada per Malpensa va messa in sicurezza”

L'eurodeputata leghista, ultimamente molto attiva sul fronte dell'aeroporto, coglie l'occasione dell'ennesimo incidente in 336 per riaccendere il tema della messa in sicurezza

incidente 336 auroarticolato

«Dopo l’ennesimo incidente sulla superstrada 336 tra Busto Arsizio e Malpensa, gestita dall’Anas e da lunghi anni in attesa di essere messa in sicurezza, la questione dei collegamenti infrastrutturali con il più importante scalo del Nord Italia chiama il governo a un atto di responsabilità: Malpensa non può più continuare a essere penalizzato da una politica miope che, affossando l’aeroporto, getta una drammatica ipoteca non solo sulla tenuta economica della provincia di Varese ma anche sulla ripresa dell’intero Paese» – scrive in una nota l’eurodeputata della Lega, Isabella Tovaglieri.

Secondo l’esponente leghista bustocca la colpa sarebbe del governo centrale e mette in fila una serie di decisioni e di scelte anti-Malpensa da parte dell’esecutivo giallo-rosso: «Finora il governo ha saputo dire solo dei “no” di principio, che rischiano di avere ripercussioni gravi sul futuro del territorio. I fatti sono inequivocabili: a luglio l’esecutivo Pd-5Stelle ha respinto gli emendamenti della Lega al Decreto Rilancio sugli interventi per la ripartenza post-emergenza dell’aeroporto gallaratese proposti dai deputati Matteo Bianchi e Leonardo Tarantino, a settembre ha regalato 3 miliardi di soldi pubblici ad Alitalia, che a giorni formalizzerà il suo disimpegno dallo scalo, sabato scorso infine ha annunciato lo stop al collegamento Malpensa-Vigevano, promosso dal CIPE, già finanziato e fermo solo a causa di ritardi ministeriali».

Per la Tovaglieri, infine, è necessario «smetterla con le sterili contrapposizioni politiche e cominciare ad agire nel concreto per tutelare uno dei più importanti asset strategici del Paese. Ciascuno faccia la sua parte nelle sedi competenti: la Regione Lombardia ieri ha convocato i sindaci del territorio per ascoltarli anche sul tema delle infrastrutture, ma non può continuare a supplire alle mancanze del governo centrale».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 29 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore