Quattordicimila test sierologici ai docenti: positivo il 2% ma i tamponi sono tutti negativi

La campagna di screening, avviata dal 24 agosto scorso, prosegue nelle due postazioni di Varese e di Como

Ats Insubria test sierologici e tamponi

Sono oltre 14.000 i docenti e personale scolastico che si sono presentati agli ospedali da campo di Ats Insubria per effettuare il test sierologico voluto dal Ministero dell’Istruzione.

ATS Insubria, in collaborazione con le ASST Sette Laghi, Valle Olona e Lariana, Protezione Civile, Associazione carabinieri in congedo e volontari, gestisce il programma di screening gratuito dallo scorso 24 agosto.

Fino al 7 settembre i casi positivi al test rapido sono poco più del 2%, che sottoposti al tampone per la ricerca molecolare del Sars- Cov2 – Coronavirus, sono tutti risultati negativi.

La campagna di indagine prosegue e si protrarrà anche oltre l’avvio dell’anno scolastico, nelle postazioni allestite a Como al San Martino in via Castelnuovo e a Varese nell’area antistante CFP e Università dell’Insubria in via Monte Generoso. Si ricorda che la convocazione da parte di ATS, in base agli elenchi inviati dalle scuole, è il requisito indispensabile per accedere al test rapido. È stata prevista la possibilità anche per il personale non di ruolo e di recente nomina di accedere al test sempre per il tramite delle segreterie scolastiche.

ATS Insubria ricorda che i test vengono eseguiti anche dai Medici di Medicina Generale – MMG, che hanno aderito al programma e possono essere contattati dai singoli assistiti: sono oltre 300 – sempre al 7 settembre – i soggetti che hanno scelto di effettuare lo screening presso il proprio Medico. Si precisa, che in base alle disposizioni vigenti, non è previsto il rilascio del referto del test rapido in caso di negatività.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore