Varese News

Dopo 109 anni ritrova lustro il cannone di Lonate Pozzolo

Una serie di associazioni hanno restaurato il cannone Krupp 75/27 Modello 1911 esposto al "Parco delle Rimembranze" di Lonate. Venerdì prossima l'inaugurazione

Cannone Krupp 75/27 modello 1911

Tante associazioni insieme, per tutelare un pezzo di storia: ritrova smalto – restaurato alla perfezione – il cannone esposto al Parco delle Rimembranze di Lonate Pozzolo.

L’associazione Cavalieri del Fiume Azzurro e il Comitato Recupero Reperti Campo della Promessa, con il supporto dell’amministrazione comunale e insieme all’Associazione Artiglieri, hanno promosso il restauro del cannone “Krupp 75/27 Modello 1911”, composto da bocca da fuoco e traino su ruote in legno.

Venerdì 23 ottobre, alle 9,30, si terrà presso il Parco delle Rimembranze di Lonate Pozzolo la cerimonia ufficiale di consegna del cannone. Che è un pezzo di storia d’Italia, essendo stato impiegato sia nella Prima che nella Seconda Guerra Mondiale: era in dotazione ai reggimenti dell’artiglieria a cavallo (le celebri “Voloire” di base alla caserma di piazza Perrucchetti a Milano) e all’artiglieria della 3° Divisione Celere “Principe Amedeo Duca”. Le batterie con questo cannone sono state impegnate anche nella campagna di Russia e appoggiarono anche la vittoriosa carica del Savoia Cavalleria a Isbuscenskij, contro un reggimento russo.

«Il lavoro di ripristino – spiegano i promotori – è stato molto laborioso per via dello stato di degrado e del periodo: dal 1911 ha vissuto due guerre e poi dagli anni Sessanta è rimasto esposto ad intemperie. Più di 110 anni e grazie all’esperienza messa in campo da artigiani e esperti in restauro è stato possibile riportarlo quasi allo stato originario». Un vero pezzo di storia, sia che in esso si veda la gloria di antiche battaglie sia che si veda un simbolo del dramma delle guerre del Novecento.

La cerimonia di inaugurazione è patrocinata dal Comune di Lonate Pozzolo e dalla Provincia di Varese. Saranno adottate le disposizioni di legge anti-contagio, con la collaborazione dei Volontari dell’associazione Onlus Calluna Nucleo Protezione Civile.

Il Parco delle Rimembranze, creato nel 1959 nell’area del vecchio cimitero di Lonate, ospita diversi monumenti e anche molti cimeli: un semovente Ansaldo M42, un cannoncino da trincea 37/10 mod 1915 della Marzoli P/O BS., i resti di un aereo ad elica Fiat G.59 del 1948.

Tra i monumenti – recuperati al meglio in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica di Gallarate e gli Amici dell’Aviazione Clipper di Ferno – si trovano la Stele dannunziana del 1926 (restaurata a marzo 2006) proveniente dal “Campo della Promessa”, il cippo al Generale di Brigata Aerea Gianmario Beltrami del 1936 (restauto aprile 2007), la stele degli Aviatori della Brughiera del 1968 (ripristinato settembre 2016

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 15 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore