Varese News

A Busto Arsizio la biblioteca diventa diffusa con “Sistema Città”

L'assessore Maffioli commenta: "La cultura non si ferma, anzi, si avvicina ai cittadini"

biblioteca busto arsizio

Nonostante la chiusura imposta dall’emergenza sanitaria, la Biblioteca comunale di Busto Arsizio si è attivata per garantire un servizio fondamentale come quello del prestito, coinvolgendo librerie ed edicole della città, che il dpcm del 3 novembre prevede possano rimanere aperte.

Dai prossimi giorni gli utenti potranno ritirare i libri prenotati nelle sei librerie che si sono messe a disposizione e nelle nove edicole sparse su tutto il territorio comunale. 

«La partecipazione delle librerie che già lavorano in sinergia al ‘Tavolo letteratura! e soprattutto la disponibilità delle edicole dimostrano, da un lato, come la cultura sia da più parti percepita come un bene comune irrinunciabile, e, dall’altro, come Busto sia speciale perché può contare su un ‘sistema città’ che non è uno slogan, ma è coscienza – afferma la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli -. Rivolgo un plauso alle bibliotecarie che non si sono perse d’animo e hanno affinato una modalità inedita per riuscire a non far mancare i libri ai tantissimi lettori bustocchi che avevano sofferto molto di questa privazione durante il primo lockdown».

L’utente dovrà semplicemente inviare una mail per chiedere i libri presenti nella biblioteca  di Busto Arsizio  (la ricerca si può fare tramite webopac.bibliotecheprovinciavarese.it) o segnalare gli argomenti di interesse all’indirizzo bibliotecadiffusabusto@gmail.com  (creato ad hoc per il servizio) o ai numeri 0331 – 390 385/391 (telefoni attivi da lun a ven 9-12 / 15-17).

Non appena i testi richiesti saranno disponibili, l’utente riceverà una mail o una telefonata in cui sarà indicata l’edicola o la libreria in cui sarà possibile ritirare il materiale prenotato.

A portare i libri nelle librerie saranno gli stessi bibliotecari in orario di servizio, mentre alla consegna alle edicole provvederà un corriere tre volte alla settimana. I libri saranno confezionati in buste chiuse realizzate dai bibliotecari con carta di giornale.

«Ai nostri utenti raccomandiamo però di evitare di uscire di casa solo per ritirare i libri – ammonisce la vicesindaco –; nell’ottica di limitare il più possibile gli spostamenti chiediamo che il passaggio nelle librerie o in edicola avvenga in corrispondenza di altre incombenze necessarie». 

Si segnala inoltre che in questo momento non è possibile restituire i volumi che sono stati presi prestito, gli utenti potranno farlo non appena sarà riaperta la biblioteca.

Il servizio, avviato in questi giorni dalle reti bibliotecarie più avanzate d’Italia, al momento è unico sul territorio provinciale e anticipa un percorso su cui si sta già lavorando da tempo che va proprio nella direzione di realizzare la biblioteca diffusa sul territorio con progetti specifici che saranno avviati nei prossimi mesi. 

Di seguito l’elenco dei punti dove sarà possibile ritirare i libri:

  • LIBRERIE 

UBIK     

Piazza San Giovanni, 5

BUSTOLIBRI.COM

Via Milano, 4

IL DONDOLIBRO

Vicolo dell’Assunta, 2

I LIBRI E I GIORNI

Via Montebello, 11

FUMETTOLANDIA

Via Gaudenzio Ferrari, 1 d

LIBRACCIO

Via Stefano Bonsignori, 9

 

  • CARTOLIBRERIE/EDICOLE 

 

QUARTIERE BORSANO

  • Dire, fare, giocare, viale della Ricordanza 12

QUARTIERE SANTISSIMI APOSTOLI

  • Longoni Cristina, Via Torino 28,
  • Tranquillo Luigi, Via Toce 2, 

QUARTIERE SACCONAGO

  • Cartoleria Luisella di Tassini Mauro & C. snc, Via Magenta 50

QUARTIERE SANT’EDOARDO

  • Cartoleria Tagliabue Alessandro Antonio, Viale Vittorio Alfieri 6

QUARTIERE BEATA GIULIANA

Edicola Cartolibreria Rossini, Viale della Repubblica 73

– Luoni Vincenzo Vittorio, Via Gioacchino Rossini 93 

QUARTIERE SAN GIOVANNI

  • Edicola Giuseppe e Monica, Piazza Trento e Trieste

QUARTIERE SAN MICHELE

  • Cartoleria Bizart, Via Lepanto 5

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore