La Pro Patria torna al successo: 3-0 a Piacenza

Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa i tigrotti ottengono i tre punti grazie alle reti di Latte Lath, Bertoni e Ferri, al primo gol da professionista

piacenza pro patria 2020

Gran bella vittoria quella della Pro Patria, un netto 3-0 in trasferta a Piacenza che spegne così il nervosismo lasciato dalla sconfitta di domenica contro la Pro Sesto. Dopo un primo tempo equilibrato, il gol di Latte Lath permette agli uomini di Javoricic (oggi squalificato) di giocare con più serenità. Una buona difesa che non va mai in affanno crea i presupposti per il gol Bertoni che chiude virtualmente la partita. Il terzo gol di Ferri è una conferma di quanto fatto di buono dal 2002, da un po’ in orbita prima squadra. I tigrotti tornano a non subire reti (comunque solo 5 fino ad ora, miglior difesa insieme alla Pro Vercelli) e a conquistare così i tre punti che, in attesa delle altre partite, li proiettano al quinto posto. A chiusura di un’intensa settimana di partite, domenica la Pro scendere in campo allo Speroni contro l’Albinoleffe.

Nei primi minuti di contesa ci si studia, e gli errori frequenti non fanno decollare il gioco. Il primo colpo lo batte la Pro, con Le Noci che al 5’ da calcio d’angolo impegna Vettorel a respingere con i pungi. Poco dopo Galli controlla un pallone vagante e tira, male, senza creare affanni al portiere. Il Piacenza incomincia ad ingranare, prima con un tiro di Palma da lontanissimo, poi chiudendo gli ospiti in area, senza però trovare occasioni. Sono invece i tigrotti a creare i maggiori pericoli. Al 17’ un rimpallo favorisce ancora Galli, il cui tiro in diagonale viene parato da Vettorel con i piedi. Due minuti dopo è Latte Lath a cercare la giocata, con una semi rovescia che non ha troppa fortuna. Poi Le Noci ci prova ancora da calcio d’angolo e poi al 24’ dal limite dell’area. In entrambi i casi risponde presente Vettorel. Il buon momento dei tigrotti finisce senza trovare gol, ed ecco che a gara si incattivisce con le ammonizioni di Galli e Gatti. Il Piacenza al 34’ può sfruttare un pallone che, deviato, vaga per l’area tigrotta, ma Corbari non riesce ad anticipare Greco. L’unica somol-occasione per i padroni di casa arriva al 39’, con un tiro di Gonzi che viene deviato in corner da Lombardoni. Prima dell’intervallo la Pro reclama un fallo da rigore per l’intervento scomposto di Saputo su Latte latte, ma l’arbitro lascia correre.

Nella ripresa partono forte i biancoblù, che dopo pochi secondi, con NIcco, vanno a centimetri dal vantaggio, provvidenziale il salvataggio di Galazzi sulla linea di porta. Poco dopo Battistini, ex di giornata, devia su una calcio di punizione e segna, ma l’assistente smorza l’entusiasmo chiamando fuorigioco. Al 12’ è Fietta a calcare da lontano, con il portiere costretto al tuffo. Al 10’ i tigrotti invece trovano il gol di Latte Lath, innescato da un lancio di Pizzul, che a tu per tu con Vettorel non sbaglia il destro piazzato. Il Piacenza dunque si alza, al 20’ Maritato in area non riesce a controllare sulla buona sponda di Corbari. Al 28’ è sempre Maritato a provare l’acrobazia su una battuta di calcio d’angolo, con la palla che sfiora il palo. Arrivano tanti cross nell’area della Pro, che tra le chiusure della difesa e la reattività di Greco se la cava senza troppa fatica. La più grossa opportunità degli emiliani è sulla testa dell’altro ex della partita, almeno in casa Piacenza, e cioè il subentrato Pedone, che al 41’ dopo una mischia in area e una palla buttata dentro da Battistini, in tuffo alza sopra la traversa. Gol sbagliato, gol subito, perché al 43’ Bertoni arriva su una seconda palla e calciando di prima dal limite batte per la seconda volta Vettorel. C’è anche tempo per l’ingresso in campo di Castelli, che al 48’ serve di tacco Ferri, controllo di coscia e destro che si insacca. Tre a zero e partita chiusa.

PIACENZA – PRO PATRIA    0 – 3   (0 – 0)

Marcatori: 10′ s.t. Latte Lath, 43′ s.t. Bertoni, 48′ s.t. Ferri (PPA).

PIACENZA (4-3-2-1): 1 Vettorel; 31 Simonetti, 13 Battistini, 19 Saputo, 30 Visconti; 14 Corbari (31′ s.t. 20 Lamesta), 10 Palma (17′ s.t. 4 Miceli), 25 Galazzi (9′ s.t. 7 Pedone); 8 Corradi, 26 Gonzi (31′ s.t. 21 Babbi); 24 Ghisleni (9′ s.t. 16 Maritato). A disposizione: 12 Anane, 2 Martimbianco, 3 Renolfi, 6 D’Iglio, 18 Cosa, 27 Villanova, 33 Ballarini. All. Lunardon. 

PRO PATRIA (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 19 Lombardoni, 13 Boffelli; 7 Cottarelli, 20 Nicco (47′ s.t. 25 Ferri), 16 Fietta (17′ s.t. 14 Bertoni), 3 Galli (22′ s.t. 8 Brignoli), 15 Pizzul; 24 Latte Lath (22′ s.t. 9 Parker), 10 Le Noci (47′ s.t. 30 Castelli). A disposizione: 12 Mangano, 2 Compagnoni, 4 Saporetti, 17 Spizzichino, 21 Colombo, 22 Di Lernia. All. Sala (Javorcic squalificato).

ARBITRO: Luca Cherchi di Carbonia (Edoardo Federico Cleopazzo della Sezione di Lecce e Gianluca Matera della Sezione di Lecce. Quarto Ufficiale Niccolò Turrini della Sezione di Firenze).

Angoli: 2 – 4. Recupero: 2′ p.t. – 5′ s.t. Ammoniti: Galli, Gatti, Cottarelli (PPA); Gonzi, Maritato (PIA). Note: Giornata fresca e nuvolosa. Terreno di gioco in discrete condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

di
Pubblicato il 11 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore