Spaghettipolitics: “Un caffè per sostenere il mio lavoro”

Un crowdfunding per sostenere la pagina social di politica di Instagram Spaghettipolitics, amata da Chiara Ferragni e gestita dalla gallaratese Michela Grasso

crowdfunding

Un caffè per Spaghettipolitics: la pagina social di politica e informazione lancia un piccolo crowdfunding sul sito Buy me a coffee, dove con una piccolissima donazione – anche l’equivalente di un caffè – si può sostenere economicamente l’account che, al momento, conta 120mila seguaci su Instagram.

«Come ogni mese, chiedo a chi segue Spaghettipolitics di supportare la pagina con la donazione simbolica di un caffè», spiega l’admin Michela Grasso, studentessa di Scienze Politiche ad Amsterdam, «lavorando part time, facendo due stage non pagati, studiando e mantenendo la pagina, mi rimane poco tempo (e anche poco cash, sinceramente)».

«Supportando Spaghettipolitics mi permettete di creare post di qualità migliore, basta pensare alla copertura delle elezioni americane che ho fatto instancabilmente nella prima settimana di novembre», continua la studentessa.

«Grazie a tutti quelli che supportano la pagina e che mi permettono di andare avanti con meno preoccupazioni, il 10% questo mese andrà a Open Arms Italia, che penso non abbia bisogno di alcuna presentazione. Con le vostre donazioni riesco a risparmiare per la creazione del sito e della pagina Facebook, che arriveranno dopo la fine della mia tesi a gennaio», scrive nel suo post su Facebook tramite il suo profilo personale..

C’è una ragazza di Gallarate dietro l’account rilanciato dalla Ferragni: Spaghettipolitcs

Spaghettipolitics e Chiara Ferragni

 

La pagina made in Gallarate pochi mesi fa ha avuto un incremento notevole di seguaci grazie al repost di alcune sue riflessioni da parte di Chiara Ferragni, che, conscia dell’impatto che può avere e di quante persone può raggiungere sui social, da un anno a questa parte su Instagram si sta dimostrando sempre più sensibile a certe tematiche quali antirazzismo e femminismo.

Ferragni, nell’intervista a Vanity Fair, ricordando la sua presa di posizione riguardo l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, ha espresso il suo apprezzamento nei confronti di Spaghettipolitics: «Sono affascinata dai giovani che fanno informazione, come per esempio Spaghettipolitics, profilo da cui ho ripostato il punto di vista su Willy Monteiro Duarte. […] La ragazza che lo cura è giovanissima e la ammiro molto, mi fa pensare».

Pochi giorni fa l’imprenditrice digitale lo ha rifatto, ricondividendo le stories di Grasso sul caso Alberto Genovese: «Nell’ultima settimana a Torino un uomo ha ucciso la sua intera famiglia per le sue manie di possesso, un altro uomo ha ucciso la moglie a Caserta, si è scoperto di questo 43enne di Milano che violentava ragazzine dopo averle drogate: e ci sono persone che hanno il coraggio di dire Esagerato,  Non è giusto il termine femminicidio, discriminate gli uomini, e che il patriarcato non esiste. Ma poi vi chiedete perché le donne non vogliono denunciare chi abusa di loro? Poi vi chiedete perché le donne hanno paura degli uomini? […] La verità è che non ve ne frega niente della vittima e in ogni caso non crederete mai alle donne che subiscono uno stupro e lo denunciano, staranno sempre esagerando».

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 17 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore