Burkina Faso e Viareggio, uniti nel nome di Thomas Sankara

Nella città toscana la squadra di calcio intitolata al leader africano disputa il campionato UISP ed è un esperimento riuscito nel campo dell'inclusione

sankara fc calcio uisp viareggio

A volte la grande storia e lo sport si incrociano, legando svolte epocali al mondo dello sport e rimanendo impressi nell’immaginario collettivo. È successo con Thomas Isidore Noël Sankara, il più importante patriota della storia del Burkina Faso, che significa “la terra degli uomini integri”.

Per Sankara, nei pochi anni al governo del Burkina (dal 1983 al 1987 quando venne ucciso in un colpo di stato ndr), la pratica sportiva giocò un ruolo fondamentale sia a livello sociale che politico. Henri Zongo, che fece parte dei rivoluzionari, fu nominato ministro dello sport e venne istituita una rete di sottocomitati locali. Ci fu anche un grosso investimento strutturale: 7000 nuovi campi da gioco (uno per ogni villaggio circa) e 30 stadi multidisciplinari furono costruiti nel corso di poco più di un anno.

Tracce della rivoluzione lanciata da Sankara si trovano anche nel nostro Paese: a Viareggio nel 2017 nasce il Sankara FC, squadra iscritta al campionato Uisp di calcio a 7. «Il progetto nasce con l’idea di replicare il modello di una squadra “ibrido” tra rifugiati e italiani» ha dichiarato Stefano Piccolomini, tra i soci fondatori di questa squadra. Tramite il Progetto SPRAR (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) dell’ARCI, in cui Stefano lavora, i ragazzi non sono richiedenti asilo ma titolari di protezione. Così ricevono sostegno per la ricerca di un lavoro e corsi di formazione, oltre che per imparare l’italiano.

Questo progetto è attivo dal 2013 e vi fanno parte ragazzi dai venti ai trent’anni provenienti da ogni parte del mondo. Compreso il Burkina Faso. Dopo poco, gli operatori come Piccolomini si sono resi conto che la semplice integrazione lavorativa non bastava. «La squadra è un collante sociale: il gruppo misto evita che ci sia una sorta di “ghettizzazione di ritorno”. Alcuni abitano assieme e hanno creato un bel rapporto anche fuori dal campo, legandosi al nostro gruppo: anche quando sono ormai usciti dallo SPRAR, diversi decidono di rimanere in squadra».

Un nome scelto con cura: «Thomas Sankara è un’icona comune per tutti gli africani, il principale simbolo del panafricanismo». Un richiamo all’accoglienza per i rifugiati, ed una figura attraverso cui educare anche i viareggini: sono state fatte nel corso degli anni presentazioni e manifestazioni per far conoscere le sue gesta, e il progetto è attivo anche tramite una web radio, Radio Sankara, nata a marzo 2020. Un progetto che vuole rimanere coerente fino in fondo: lo sponsor tecnico sulle magliette del Sankara FC è Rage Sport, un marchio nato a Caserta che veste il calcio popolare.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 09 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore