Il Maga riparte con gli Impressionisti e il Polo culturale

Il museo ha presentato il ricco programma di mostre ed eventi per il prossimo anno

Arte - Mostre

Il Museo Maga di Gallarate non si è mai fermato, anche nei periodi di chiusura forzata, come quello attuale, le proposte al pubblico si sono trasferite sui social o su altre piattaforme per entrare nelle scuole e nelle case degli appassionati di arte.

Per il nuovo anno tante sono le iniziative in programma con una serie di attività che esplorano la storia dell’arte fino alla contemporaneità e che ruotano attorno alla rassegna “Impressionisti. Alle origini della modernità” con 180 opere dei protagonisti di uno dei movimenti che più ha segnato la storia dell’arte del secondo ottocento francese e italiano.

LA MOSTRA DEGLI IMPRESSIONISTI

Proprio il 12 marzo è prevista l’inaugurazione della grande mostra dedicata al movimento francese con opere dei maggiori esponenti del Secondo Ottocento, da Gericault a Courbet, da Manet a Renoir, da Monet a Cézanne a Gauguin, a Boldini e De Nittis, provenienti da collezioni pubbliche e private italiane e francesi.

L’itinerario si articola in una serie di tematiche dedicate ad alcune questioni centrali dell’Impressionismo: la dialettica ‘accademia–realismo’, la rinnovata attenzione alla natura, le prime immagini della vita moderna, fino all’allontanamento dalla lezione impressionista verso un linguaggio simbolista.

Tra le iniziative collaterali, sabato 20 marzo 2021, si terrà il concerto per violino e pianoforte dei Maestri Bruno Canino e Alessandra Sonia Romano che eseguiranno un programma di musiche di autori del periodo Impressionista.

LO SPETTRO DI MALTHUS

È prorogata fino al 14 febbraio 2021, della personale di Marzia Migliora, Lo Spettro di Malthus a cura di Matteo Lucchetti. La decisione di posticipare la chiusura si è resa necessaria per rispondere alle continue richieste di una parte del pubblico che, a causa delle norme ministeriali in materia di contenimento del Coronavirus, non aveva potuto visitarla.

IL CENTENARIO DI OTTAVIO MISSONI

A febbraio 2021, in occasione del centenario della nascita di Ottavio Missoni (11 febbraio 1921) sarà riallestita la Sala degli Arazzi, a cura della Fondazione Missoni e del MA*GA.

LA MOSTA DI FRANCESCO BERTOCCO

Dal 12 marzo al 30 aprile 2021, si terrà la personale di Francesco Bertocco, Historia, realizzata grazie al sostegno di Italian Council (7^ Edizione, 2019) programma di promozione di arte contemporanea nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, frutto di un progetto a cura di Mariagrazia Muscatello il cui capofila è l’Associazione Via Farini di Milano, con la collaborazione del MAC / Museo de Arte Contemporáneo di Santiago del Cile  e il Museo de la Quimica e de la Farmacia di Santiago.

IL NUOVO POLO CULTURALE

La primavera 2021 vedrà la nascita del nuovo Polo Culturale gallaratese. Si tratta di progetto innovativo e coraggioso, avviato dal Comune di Gallarate e dalla Fondazione Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Silvio Zanella – Museo MA*GA, dedicato alle arti e al sapere, centro di vita culturale della città e dell’intera provincia di Varese, che coinvolgerà diversi ambiti, dall’arte al libro, dalla scrittura alla musica, dal design alla moda, ad altro ancora. Il nuovo Polo Culturale, che avrà la propria sede al Museo MA*GA e alla Biblioteca Luigi Majno, è finalizzato a far coesistere realtà e funzioni, diverse per formazione e luoghi, con l’obiettivo di creare un centro innovativo.

GLI ARCHIVI DEL CONTEMPORANEO

Sempre nei primi mesi primaverili prenderanno vita le prime iniziative della rete Archivi del Contemporaneo. Lombardia terra d’artisti, di cui il MAGA è capofila, tra queste: l’apertura del centro per la cultura digitale al MA*GA; l’Inaugurazione della XXVI edizione del Premio Gallarate dedicata all’Immagine in movimento; l’avvio di un corso di alta formazione per la figura di curatori di Archivi e l’assegnazione di borse di studio a giovani laureati per svolgere  il lavoro di ricerca, studio, sistemazione e promozione degli archivi che fanno capo a tutti i partner delle rete.

LA MA*GA ESTATE

Numerose saranno le iniziative in programma per l’estate.

LE MOSTRE DELL’AUTUNNO

La prima, in programma a ottobre, sarà quella di Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini (vincitori Italian Council 2020), realizzata grazie al sostegno di Italian Council (8^ Edizione, 2020) sempre attento alla promozione di arte contemporanea nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

La seconda, sempre in autunno, sarà il XXVI Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate realizzato con il contributo curatoriale di Cristiana Perrella e Simone Frangi, che amplierà e rafforzerà il nucleo delle opere video e digitali della collezione del MA*GA anche in relazione alla costituzione di una ampia sala dedicata alla cultura digitale all’interno degli spazi del Museo, come elemento caratterizzante del nascente Polo Culturale.

IL NOTIZIARIO

Dal 23 dicembre 2020 nasce il NOTIZIARIO del MAGA e del Polo Culturale riprendendo lo storico nome del ciclostile fondato da Silvio Zanella negli anni 70, strumento per informare costantemente il  territorio: ogni mercoledì alle 11.30 in diretta Facebook un aggiornamento settimanale sulle attività del Museo e lo stato di avanzamento dei lavori per l’apertura del Nuovo Polo Culturale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore