Latte Lath e Castelli non si fermano mai. Mangano si fa trovare pronto

Calcio, Pro Patria - Albinoleffe 1-2

MANGANO 6,5 – Torna titolare e trova una difesa attenta a proteggerlo. Quando, poco dopo l’1-0 di Castelli, la Giana ci prova da lontano il portiere 21enne vola a mettere in angolo con autorità. Tiene sempre alta l’attenzione, anche sulle uscite.

GATTI 7 – Un’ora abbondante da spettatore perché la Giana dalle sue parti non si affaccia quasi mai. Poi, nell’arrembaggio finale, i milanesi provano spesso a forzare nella sua zona: errore di valutazione, il difensore tigrotto replica e ricaccia ogni tentativo.

LOMBARDONI 6,5 – L’unico del pacchetto arretrato che ha un avversario diretta da tenere a bada, l’isolato Perna: se la cava senza mai rischiare.

BOFFELLI 6,5 – Forse il meno chiamato in causa tra i difensori ma quando deve intervenire è puntuale e preciso.

SPIZZICHINO 6 – Mezzo punto in meno per quel fallo al limite su Finardi che gli costa il cartellino e che concede agli ospiti un’occasione altrimenti mai costruita su palla attiva. La barriera evita guai peggiori. Per il resto, gara diligente con qualche bella proiezione offensiva.
Ferri 5,5 – Inizio vivace, poi va un po’ fuori giri rimediando anche un cartellino giallo.

COLOMBO 6,5 – Prova di spessore nell’unire i reparti e ispirare gli avanti con un piede che, a volte, appare telecomandato per la precisione nello spedire il pallone davanti ai compagni di squadra.

Un graffio di Castelli basta alla Pro Patria: Giana battuta 1-0

BERTONI 6,5 – Come di consueto, si vede poco ma si muove molto bene: sempre in posizione, si prende poi il lusso di calciare – bene, forte, con veleno – la punizione da cui nasce il gol.
Fietta 6 – Fisico ed esperienza ben spesi nel contenere le folate finali della Giana.

NICCO 6,5 – Lavora tanti palloni, specie nel primo tempo. Pecca un po’ di precisione – ci può stare sulla quantità – ma resta un punto di riferimento utile per tutto il complesso. Nel finale inventa un diagonale che finisce fuori di poco: peccato.

PIZZUL 6 – Uno dei meno appariscenti: regge la posizione senza particolari spunti.

LATTE LATH 7 – Gli manca solo il gol. Per il resto offre un repertorio vasto e interessante, fatto di dribbling, di palloni rubati e nascosti agli avversari, di sprint verso l’area e di coraggio come dimostra quella fascia a medicare la testa dopo lo scontro con Zanellati. Per fermarlo, la Giana deve aspettare che venga sostituito.
Le Noci 5,5 – Forse inserito “col cronometro” da Javorcic, non trova il modo di lasciare il segno.

CASTELLI 7 – Partita di grande spessore iniziata con un gol clamoroso in sforbiciata annullato (giusamente) per fuorigioco, proseguita guadagnando la punizione da cui è scaturita la rete. Marcatura che porta proprio la sua firma, di rapina, posizione e potenza. E non finisce lì, perché anche a inizio ripresa va vicino al gol da lontano. Indemoniato.
Parker 5,5 – Volenteroso ma anche un po’ pasticcione nel finale quando non riesce a convertire qualche azione rapida nata dal recupero palla del reparto arretrato.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 23 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore