Varese News

Gallarate ha confermato anche quest’anno la “baby card”

È un contributo per chi ha deciso di avere più di un figlio, nato nell'anno solare 2020. Ecco regole e scadenza

Neonato nascita

Contributi da 275 euro, destinati alle famiglie che hanno avuto un secondo (o terzo o quarto) figlio nel 2020: la giunta di Gallarate ha confermato anche quest’anno la “Baby Card”.

«Confermiamo la misura, con 90 baby card per i nati nell’anno 2020, dal secondo figlio in avanti» spiega il sindaco Andrea Cassani.

Dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre a Gallarate si sono registrate 377 nascite, «poco meno della metà sono “secondo figlio in avanti”».

La domanda dovrà essere presentata entro e non oltre il 1 marzo 2021 mediante la compilazione di apposito modulo (scaricabile dal sito del Comune www.comune.gallarate.va.it o ritirato presso Ia Segreteria dei Servizi Sociali – Palazzo Broletto – Via Cavour, 4) da consegnare, all’ufficio stesso del Comune, a pena di esclusione. È ammessa la spedizione con raccomandata con avviso di ricevimento ovvero tramite PEC al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: protocollo@pec.comune.gallarate.va.it

Possono presentare richiesta di Baby Card i genitori entrambi residenti nel Comune di Gallarate, il cui 2° o successivo/a figlio/a, di entrambi i genitori, è nato/a tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020. In caso di primo parto, se gemellare, il bonus sarà erogato solo per il secondo figlio. In caso di seconda o successiva gravidanza con parto gemellare, il bonus è riconosciuto per ogni nuovo gemello nato.

Padre e madre devono essere residenti sul territorio nazionale da almeno 10 anni continuativi; padre e madre devono essere residenti nel Comune di Gallarate al momento della richiesta; sullo stato di famiglia devono essere presenti il padre, la madre, il/la nuovo/a nato/a e il fratello/sorella conteggiati come primogenito.

In fase di istruttoria sarà assegnata una premialità per la maggior residenza in Gallarate, quantificata in n. 1 punto per ogni anno solare intero, calcolato a giorni (365 gg/anno), di residenza continuativa in Gallarate al 31/12/2019. Gli anni di residenza di cui sopra possono anche non essere continuativi e sono conteggiati cumulativamente per il padre e per la madre.

Per il resto, per la graduatoria fa fede l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 20 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore