Vaccino anti Covid, in campo anche i medici di famiglia

Firmato l'accordo tra Regione Lombardia e l'associazione dei medici di medicina generale. Il loro impegno sarà su base volontaria

vaccino covid - RP

Anche i medici di famiglia  aiuteranno nella campagna di vaccinazione anti-Covid in Lombardia.

È stato infatti siglato nella mattinata di venerdì 8 gennaio l’accordo tra la Regione e le principali organizzazioni sindacali dei medici di medicina generale (Fimmg e Snami).

Il loro impegno sarà su base volontaria e partirà non appena sarà disponibile il vaccino di Moderna.

L’obiettivo è di arrivare a vaccinare attraverso i medici di famiglia circa 5 milioni persone in Lombardia entro fine ottobre.

I medici di famiglia potranno somministrare il vaccino anti-Covid nel proprio studio oppure avvalendosi di strutture messe a disposizione dai comuni o altri enti territoriali, e si sono resi disponibili a vaccinare anche nelle Rsa ove ce ne sia bisogno.

L’accordo prevede che l’Ats monitori l’andamento della campagna vaccinale attraverso un confronto (con cadenza almeno quindicinale) con il Comitato Aziendale, comunicando i risultati ed eventuali criticità alla Direzione Generale Welfare. Con cadenza mensile invece l’Ats e il Comitato Aziendale definiranno il programma vaccinale, verificando le necessità rispetto all’apporto dei medici di medicina generale. Ogni  Ats siglerà un accordo con i sindacati su base provinciale, ricalcando l’accordo regionale.

È stato inoltre previsto un fondo regionale di 1,5 milioni di euro per aumentare del 20% le ore del personale di studio che si occuperà delle vaccinazioni e delle chiamate dei pazienti, ed è previsto in un secondo momento anche il recupero di chi non ha risposto alla prima chiamata o è scettico, con un lavoro di counseling.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore