Atti vandalici contro i vagoni di Trenord, oltre novemila in un anno

Lunedì 15 febbraio la distruzione di vetri e porte ha costretto la soppressione di tre corse sulle linee bergamasche e due nel pavese. Nel 2019 spesi più di 1,5 milioni di euro per rimuovere i graffiti

Vandalismi Trenord

Poche righe e qualche foto per denunciare una situazione che va avanti da molto tempo ma che in alcuni momenti diventata talmente grave da comportare la sospensione di un servizio.

È quello che ha spiegato Trenord con un tweet: “Lunedì 15 febbraio atti vandalici commessi contro treni, hanno costretto la soppressione di tre corse sulle linee bergamasche e due nel pavese. Trenord nel 2019 ha registrato oltre 9.500 atti vandalici e per la sola rimozione dei graffiti ha sostenuto un costo di 1,5 milioni di euro”.

Davvero numeri impressionanti. Un fenomeno difficile da controllare e che ha conseguenze su tutta la collettività.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore