Campo da calcio di Lonate: “Gli eventuali manufatti abusivi saranno rimossi”

Nel consiglio comunale di Lonate Pozzolo Claudia Fraccaro ha chiesto spiegazioni sullo stato del pozzo di Tornavento e mosso dubbi sul centro sportivo

consiglio comunale Lonate Pozzolo online

Pozzo di Tornavento e campo da calcio di viale Rimembranze: questi i temi delle due interrogazioni da parte della consigliera di minoranza Claudia Fraccaro, poste durante il consiglio comunale di Lonate Pozzolo, svoltosi lunedì 29 marzo.

Il pozzo di Tornavento

«Chiedo il motivo dell’inerzia dell’amministrazione riguardo a una situazione di ripresa della legalità. Il pozzo non è né recintato, né protetto, né impermeabilizzato; la camerata di avamposto è posizionata proprio sotto il parcheggio. Il pozzo emunge acqua potabile per tutto il territorio di Tornavento», ha preso parola Fraccaro rivolgendosi alla maggioranza e chiedendo perché «non siano stati adottati gli opportuni provvedimenti sia in autonomia sia tramite diffide ad adempiere nei confronti di Alfa». Secondo la consigliera, infatti, non sarebbero state attivate le precauzioni necessarie per impermeabilizzare e recintare l’area.

All’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Perencin, la risposta: «Il pozzo era inserito inizialmente nell’elenco dei pozzi obsoleti; dopo alcune verifiche da parte di Alfa, è stato stralciato dall’elenco. Il piano Pozzi di prossima attuazione ha dunque escluso, ma solo di recente, la chiusura. Si trova in fase di predisposizione l’intervento di adeguamento mediante un’opera di ridefinizione dell’area in modo che sia garantita la tutela del pozzo».

«L’importante è che venga ben controllato e che venga fatta la verifica», ha risposto al consigliera, soddisfatta di quanto spiegato da Perencin.

Il campo da calcio di viale Rimembranze

Dal confronto con i fabbricati guardando le schede catastali e le foto satellitari di Google Heart (risalenti al novembre scorso) è sorto il dubbio di Fraccaro riguardo la conformità urbanistica delle strutture del campo da calcio in viale Rimembranze.

Con la sua interrogazione ha dunque chiesto di «conoscere se tutte le strutture esistenti nell’area sportiva di viale Rimembranze sono state regolarmente autorizzate», visto che «sia le schede catastali sia le foto satellitari non rappresentano in modo inequivocabile lo stato di fatto, ma potrebbero anche essere superati o non aggiornati».

L’assessore al Territorio, Paolo Risi, ha risposto così: «L’ufficio competente sta esaminando gli atti d’ufficio». Ha poi aggiunto che «nel caso risulti una non conformità urbanistica ed edilizia e di non sanabilità delle opere, si procederà con la rimozione di manufatti abusivi»; per poi precisare che la presenza di queste sarebbe «in contrasto con l’iter di approvazione e affidamento delle opere di manutenzione straordinaria del campo, in quanto le stesse opere non comportano un intervento relativo alle strutture esistenti». Anche questa risposta ha soddisfatto la consigliera.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 01 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore