Nuova vita per Linate low cost, ora cosa succederà a Malpensa?

Dopo gli slot Alitalia riassegnati a Easyjet e sorelle, se lo chiede l'editoriale di AeroportiLombardi, il sito che da anni sostiene la necessità di una politica che faccia "decollare" Malpensa come hub

linate pista notte

Ripubblichiamo qui l’editoriale di AeroportiLombardi sulle novità che toccano l’aeroporto di Linate e sulle possibili ripercussioni su Malpensa (l’originale è sul sito di AL)

 

L’aeroporto Forlanini di Linate è stato sempre considerato il “city airport milanese”, termine forzato perché in aviazione non vuol dire nulla, ma di fatto è un rimando per dire che è l’aeroporto preferito dai milanesi (in realtà solo una parte) e molti media lo esaltano considerandolo una gallina dalle uova d’oro.

Forse lo era vero un tempo quando i monopoli aerei e l’assenza di treni ad alta velocità facevano schizzare i costi dei biglietti, anche nazionali, tali da far considerare la clientela di Linate prettamente business perché tutti gli altri passeggeri non potevano permettersi il costo dei tickets.

La realtà degli ultimi anni, coi treni Frecciarossa e di Italo che collegano quasi tutto lo stivale, ha dato uno scossone al trasporto aereo e infatti Alitalia che deteniene circa il 67% degli slot di Linate non sa più come operarli.

Nelle scorse settimane Assoclearence ha dovuto riassegnare temporanemanente per la stagione estiva le finestre di atterraggio e decollo che Alitalia non utilizzerà, vuoi per carenza di traffico post covid, vuoi per problemi finanziari del vettore in Amministrazione Straordinaria.

Ecco che tornano così i voli Blue Air per la Romania (Bucarest e Cluj Napoca) ma soprattutto approdano Tayaranjet (Trapani,) e Volotea (Catania, Lampedusa e Pantelleria) nonché aggiunge voli per la Sicilia EasyJet su Catania e Palermo; ora si aspettano le decisioni di Wizzair e Ryanair per concludere il quadro low cost. Pertanto nei prossimi mesi estivi si vedrà, come non mai, il Forlanini riempirsi di nuovi colori, ma soprattutto indossare la maglia di aeroporto low cost alla faccia di chi lo ricorda ancora come una miniera di diamanti.

Non sappiamo cosa succederà al campione nazionale Alitalia sempre più in affanno ma tra richieste di riduzione dei propri slot su Linate e possibilità di vedere accordi commerciali con altre Major europee una cosa è sicura: Linate avrà una nuova vita nel panorama degli aeroporti lombardi e se finora nonostante tutto Malpensa e Orio potevano crescere senza la concorrenza fratricida dello scalo più vicino al centro cittadino (non per forza più comodo per tutti, ndr) nelle prossime stagioni IATA questo equilibrio verrà meno, ne vedremo delle belle?!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore