Varese News

Il pianista Ramin Bahrami suona nel “concerto della rinascita” a Malpensa

Il 23 febbraio 2020, le note del pianoforte dell'artista iraniano dovevano risuonare al Sociale di Busto ma anche in aeroporto: quel giorno scattò il lockdown. A distanza di un anno e più, il ritorno della musica è un segnale di speranza

bahrami ramin

Un giorno di grande musica classica, tra Busto Arsizio e Malpensa. Un giorno atteso da un anno e mezzo, da quel 23 febbraio 2020 in cui all’improvviso fu annullato il concerto del pianista iraniano Ramin Bahrami.

Ora è il momento di riprendere e l’assessore alla cultura a Busto Arsizio Manuela Maffioli ha voluto farlo con un segnale simbolico, ripartendo proprio da quell’artista, da quel pianoforte, da quel concerto.

L’appuntamento è per domenica 6 giugno (alle 17.30) al Teatro Sociale. Ma ci sarà anche un altro modo per ascoltare le note del pianista: nello spazio della “Porta di Milano” a Malpensa, un luogo che ha un gran bisogno di ripartire. Sarà tramesso sul megaschermo Led digitale, «che prima di questo concerto ha visto solo la trasmissione in diretta della Prima della Scala», quella del dicembre 2019, anche quella poco prima dell’esplodere della pandemia.

«Per noi ormai è tradizione ospitare in questo spazio mostre ed eventi della cultura: da due anni abbiamo sostituito il vecchio schermo olografico, con il nuovo schermo da 60mq, il più grande di Milano» dice l’architetto Luciano Bolzoni,  responsabile Arts and Cultural Projects di Sea, il gestore dell’aeroporto di Malpensa.

Malpensa Generiche

Per l’assessore Maffioli è motivo di orgoglio ripartire con un evento d’alto profilo, «che avevamo avviato già lo scorso anno e che non abbiamo potuto concretizzare». Era il 23 febbraio 2020, chiudevano i teatri in tutta la Lombardia e ancora non si aveva idea dello scenario con cui avremmo dovuto convivere, fatto di privazione della cultura e della socialità per troppo tempo.

Oggi si riparte, con la metà dei posti al Teatro Sociale di Busto Arsizio e con la possibilità comunque di assistere anche da Malpensa. «Ovviamente gli spettatori potranno essere viaggiatori ma non solo: questo spazio è aperto a tutti» dice Maffioli. Per il concerto di Bahrami è stata fatta una scelta coraggiosa, sottolinea Maffioli: «Quella a Malpensa sarà l’unica diretta del concerto».
Niente trasmissioni di Facebook
o su altre piattaforme: il concerto diventa anche occasione per tornare ad abitare lo spazio fisico.

Torna a Busto Arsizio la grande musica col pubblico di BA Classica

Il calendario di BA Classica comprende in totale dieci concerti e due incontri per studenti.

La mostra fotografica AFI nell’atrio della stazione al Terminal 1 di Malpensa

Per quanto riguarda la collaborazione con Malpensa, Busto Arsizio ha promosso insieme ad AFI, Archivio Fotografico Italiano, una nuova mostra allestita nello spazio di transito dell’atrio della stazione ferroviaria al Terminal 1, presentata questa mattina da Maffioli e Bolzoni insieme al curatore Claudio Argentiero di AFI.

Malpensa Generiche

«Una vetrina importante per il festival fotografico europeo», ha sottolineato l’assessore Maffioli».
«Quattro anni fa abbiamo iniziato a ragionare non solo sull’arte contemporanea ma anche sulla fotografia» ha aggiunto Bolzoni, responsabile delle attività culturali Sea. Ne è nato lo spazio dedicato presso la stazione, per cui «ogni due o tre anni cambiamo filosofia e curatela».

Anche se la collaborazione con AFI potrà evolvere in altre iniziative, oggi il frutto della collaborazione oggi è la mostra “Italia intima – sguardi tra passato e presente”, con una serie di scatti in bianco e nero, di volta in volta lirici o potenti, che accosta immagini – appunto – dell’Italia di oggi e di quella di ieri, con inaspettati parallelismi.

Nel video di MalpensaNews la presentazione

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 20 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore