Varese News

La preoccupazione per il trasporto delle batterie al litio in aereo

L'ultimo caso eclatante è un incendio all'aeroporto di Honk Kong. Le autorità e le compagnie stanno aggiornando le regole per ridurre i rischi, che riguardano soprattutto le "spedizioni illegali" (anche via terra e via mare)

Generica 2020

Si viaggia sempre più con smartphone e tablet e, complice la statistica, nel mondo del trasporto aereo crescono le preoccupazioni per il rischio di incendi delle batterie al litio, particolarmente delicato nel caso succeda in volo. Un tema che si pone per il settore passeggeri – visto che sempre più s’imbarcano strumenti elettronici – ma anche per il settore cargo, visto che l’aumento di produzione richiede di “maneggiare” sempre più volumi, anche per via aerea.

I casi di incendi in ambito aeroportuale non sono certo numerosi, ma in un settore ad altissima attenzione per la sicurezza (safety) come quello aeronautico il problema è guardato con attenzione. Nel 2020 un B777 di Ethiopian Airlines è andato distrutto a Shanghai, mentre un mese fa all’aeroporto di Hong Kong hanno preso fuoco tre pallet di telefoni cellulari Vivo di produzione cinese e diretti a Bangkok, causando diversi danni.

Generica 2020

Il problema delle batterie al litio su vari mezzi di trasporto

Il problema è comunque sentito anche su altri mezzi di trasporto: già a inizio 2020 si era registrato un incendio su una nave portacontainer, dove un incendio è rischio meno immediato per il mezzo di trasporto (rispetto a un aereo) ma in cui la gestione di un incendio è enormemente più complessa nella sua evoluzione (si pensi a un container circondato da centinaia di altri).

«La nostra preoccupazione principale riguarda gli incidenti dovuti a spedizioni illegali» ha detto in un recente incontro line Nick Careen, senior vice president della divisione Airport Passenger Cargo & Security di Iata, unione di compagnie aeree che si occupa anche specificamente di sicurezza.
Per spedizioni illegali si intendono soprattutto «dichiarazioni errate di batterie non testate» o «preparate in modo improprio». Come riporta AirCagoItaly, l’incidente di Hong Kong è particolarmente preoccupante perché «le indagini hanno indicato che la spedizione era come da regolamento ed è stata dichiarata correttamente».

E se la compagnia interessata ha messo al bando spedizioniere e produttore di telefoni coinvolti nell’incidente, la soluzione ovviamente deve guardare alla prevenzione e alla reazione ai rischi. Secondo il vice presidente di Iata, occorre accelerare lo sviluppo di uno standard per la verifica delle capacità di contenimento degli incendi in collaborazione con le autorità di regolamentazione (in particolare Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea, e la Faa, la Federal Aviation Administration statunitense, che sono le due autorità che “fanno scuola”, si potrebbe dire semplificando molto).

batterie litio dogana
Una “spedizione illegale” di batterie al litio

L’attenzione verso le spedizioni al litio sta crescendo: riguarda i grandi carichi – per distanze, come quelli aerei, o per volumi, come quelli navali – ma anche gli altri segmenti di filiera. Anche sui trasporti terrestri si è alzata l’attenzione e non sono mancati i sequestri di grandi carichi, come i 700 chili fermati alla dogana svizzera.

Sicurezza delle batterie al litio, il cargo aereo e i consumatori

Sul fronte del trasporto aereo, Iata e Icao continuano a rivedere costantemente le linee guida, sia fronte passeggeri sia fronte cargo, sulla base delle caratteristiche delle batterie, che si distinguono innanzitutto nelle due grandi famiglie delle batterie a ioni di litio e batterie litio-metallo  (qui l’ultimo documento Icao).
Le limitazioni sono in aumento e hanno anche conseguenze più o meno dirette dal lato dei consumatori: ad esempio in Italia ha avuto conseguenze sui tempi dell’e-commerce verso le isole, che sono normalmente rifornite esclusivamente per via aerea. Con il nuovo bando introdotto gli spedizionieri non influisce su smartphone, tablet e computer, mentre rallenta le spedizioni di power Bank e batterie aggiuntive o di ricambio.

Va comunque ricordato che – per gli aerei – si tratta di misure precauzionali in un settore molto attento: il rischio di incendio spontaneo delle batterie è comunque considerato limitato, se si rispettano le regole d’imbarco cargo.

di
Pubblicato il 14 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore