Varese News

La rotta balcanica: una serata per conoscere la porta d’accesso d’Europa per i rifugiati

Una serata di informazione e «solidarietà» verso i rifugiati che cercano di entrare in Europa passando dai Balcani: l'appuntamento è per giovedì 20 maggio. L'idea è della lista Sinistra per Somma, in collaborazione con la ong Ipsia

migranti - rotta balcanica

Una diretta sulla pagina Facebook di Sinistra per Somma incentrata sul tema della rotta balcanica: l’appuntamento è per giovedì 20 maggio alle ore 21. Una serata di informazione e «solidarietà» verso i rifugiati che cercano di entrare in Europa passando dall’entroterra.

A presentare la diretta Valerio Todeschini della lista di Somma Lombardo; interverranno Filippo Cardaci (presidente Ipsia Varese) e Silvia Maraone (cooperante di Ipsia). Un’iniziativa di informazione, attraverso l’esperienza di Cardaci e Maraone, cooperante che ha vissuto più volte l’esperienza della presenza nei campi profughi balcanici. Ma anche un’iniziativa di solidarietà concreta, a favore dei progetti dell’associazione.

La rotta balcanica

La rotta balcanica è un percorso utilizzato dai migranti in fuga da guerra e povertà per giungere in Europa. Nel 2015 la rotta balcanica, percorso di migrazione verso l’Europa già a partire dagli anni ’90, è diventata la principale via di accesso al vecchio continente.

Per mesi, centinaia di migliaia di persone, prevalentemente provenienti da Siria, Iraq e Afghanistan, sono arrivate in Europa attraverso Grecia, Macedonia, Serbia, Croazia, Slovenia e Austria. I migranti lungo questa rotta vivono in condizioni disumane, tra fame, gelo e violenze. Ma hanno ricevuto, oltre la solidarietà della società civile locale, il sostegno fornito dalle organizzazioni non governative.

Una di queste è Ipsia (Istituto Pace Sviluppo Innovazione Acli, ndr), l’ong legata alle Acli che opera lungo questa rotta dal 2016, con interventi monitoraggio, sostegno umanitario e psico-sociali con attività educative, sportive, ricreative e di socializzazione.

Per questo Sinistra per Somma ha deciso di costruire questa iniziativa, per abbattere «il muro di indifferenza che troppo spesso rinchiude i nostri cuori e le nostre menti».

di
Pubblicato il 17 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore