Varese News

Troppo caviale in valigia, sequestro e maximulta per un passeggero russo a Malpensa

Il caviale è un prodotto da specie protetta e ci sono limiti piuttosto ristretti: l'uomo aveva in valigia una quantità eccessiva, che ora gli costa una multa onerosa

caviale dogana

Nell’ambito dei controlli sui passeggeri in arrivo da paesi Extra UE, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli e i militari della Guardia di Finanza di Malpensa hanno fermato un passeggero russo in arrivo da Mosca, residente in Italia.

L’uomo si era infilato nell’uscita “nulla da dichiarare” ma l’ispezione approfondita dei bagagli avvenuta negli uffici doganali ha permesso di recuperare, tra gli effetti personali in valigia, tre vasetti in vetro “Black Caviar Astrakhan”, per un totale complessivo di 300 grammi (il valore è di qualche centinaio d’euro).

Gli ulteriori accertamenti, condotti grazie all’ausilio della Sezione Cites di Malpensa, hanno evidenziato che si trattava di “Uova di Storione” (caviale), che rientra tra le specie protette di cui all’Allegato B della Convenzione di Washington (legge 150/92).

Il caviale può essere importato solo nel limite di 125 grammi a viaggiatore e quindi i doganieri hanno proceduto al sequestro amministrativo della parte eccedente la franchigia consentita dalla normativa.
Al passeggero arriverà anche una sanzione amministrativa compresa tra 3mila e 15mila euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore