Green nel dna, Elmec Informatica avvia la prima settimana della sostenibilità

Oggetti handmade realizzati con materiali di riciclo, attività di volontariato, progetti benefici con il coinvolgimento dei dipendenti: dal 7 al 12 giugno l'azienda di Brunello darà il via a una serie di iniziative per rendere sempre più sostenibile la propria presenza nel territorio

Dove c’è sostenibilità ambientale e sociale c’è anche quella economica. La compresenza di queste tre componenti è necessaria per chiudere il cerchio: se non si integra all’ambiente e al sociale, difficilmente si trova la quadra economica. Oggi la sostenibilità nelle sue diverse manifestazioni è misurabile ed è la via principale da seguire secondo le indicazioni di Bruxelles. Alcune aziende, soprattutto le più innovative e quelle che hanno già una “vocazione” alla sostenibilità, sono già da tempo su quella via.

Una di queste è Elmec Informatica, azienda di Brunello leader nell’IT, che da 50 anni accompagna le aziende nel percorso verso la digitalizzazione, affianca all’innovazione tecnologica diverse strategie di sviluppo sostenibile per la tutela del territorio in cui opera. Per questo, dal 7 al 12 giugno, l’azienda varesina ha deciso di indire la propria “Settimana della sostenibilità”, una serie di iniziative green per contribuire alla riduzione nell’emissione di gas serra, allo sviluppo di attività di volontariato d’impresa, alla riduzione nell’utilizzo di materie plastiche.

Le iniziative si aggiungono agli investimenti infrastrutturali. il Data Center proprietario di Gazzada Schianno ha raggiunto, infatti, nel 2021 la piena sostenibilità grazie all’acquisto da parte di Elmec di energia rinnovabile sufficiente a soddisfare il 100% del consumo annuale di energia elettrica di questa struttura, tradizionalmente energivora. Il Green Data Center ha poi raggiunto un indice di efficienza energetica (PUE) pari a 1,15%, mentre la media globale si attesta intorno al 1,8%. «Siamo convinti che il processo di innovazione debba essere interpretato in chiave di sostenibilità economica, sociale, ambientale e culturale. Lo sviluppo delle aziende deve rispettare e favorire le realtà in cui esse operano, con pratiche di responsabilità compatibili con l’acquisizione di un vantaggio competitivo e che rappresentino un fattore a favore della crescita economica aziendale. Ma la sostenibilità non è solo una meta ma un percorso, una strada lunga e impegnativa che va costruita giorno per giorno, azione dopo azione, e richiede quindi il coinvolgimento di ciascuno di noi», afferma Rinaldo Ballerio, presidente di Elmec Informatica. I progetti verranno presentati ai dipendenti in occasione di un evento aziendale programmato l’8 giugno nel corso del quale il metereologo Luca Mercalli terrà uno speech dedicato ai cambiamenti climatici.

PROGETTO VOLONTARIATO D’IMPRESA

Consiste in una raccolta fondi che vedrà i collaboratori e l’azienda uniti verso un obiettivo comune. Si tratterà di un’iniziativa a favore dei bambini del Centro Autismo di Varese. In particolare, Elmec ha deciso di dare un taglio sportivo a questo progetto: ogni volta che uno dei propri collaboratori percorrerà 50 km in bici oppure a piedi, facendo running o camminando, Elmec donerà un quantitativo al fondo benefico fino al raggiungimento dell’obiettivo finale (10.000 euro).

La challenge avrà una durata di 50 giorni. Allo scadere di questo periodo, Elmec si impegnerà nel coprire la differenza tra quanto raccolto grazie ai km fatti dai collaboratori e quanto ancora mancherà per arrivare alla cifra finale.
«L’amicizia con Elmec è nata molti anni fa e si è rafforzata nel tempo. Siamo felici che ci abbiano scelti per festeggiare un traguardo così importante come quello dei 50 anni. È un onore essere un riferimento in materia di sostenibilità sociale per un’azienda così prestigiosa e dinamica. – spiega Maurizio Ferrari, responsabile comunicazione e raccolta fondi di Fondazione Renato Piatti onlus – Dedicare ai bambini con autismo di cui ci prendiamo cura un’iniziativa nell’ambito della Settimana della Solidarietà è segno di grande attenzione alla nostra causa e al territorio. Confidiamo che la “50×50 challenge” di Elmec faccia presa su dipendenti e collaboratori e su tante altre persone che potranno essere coinvolte. I nostri bambini hanno bisogno del sostegno di molti per vivere una vita di qualità. Grazie di cuore al team di CSR per questa bella opportunità”».

PROGETTO #SIAMOTUTTIRESPONSABILI

Nell’ambito di questo progetto, Elmec proporrà liberamente, in modo facoltativo, ai propri collaboratori di utilizzare qualche ora del loro tempo per pulire, riordinare e gettare i rifiuti presenti lungo la via della propria abitazione.

MERCATINO DELL’USATO ELMEC

Elmec ha allestito un mercatino dell’usato permanente (accanto a una versione online) per incentivare la cultura del riuso. I colleghi potranno mettere a disposizione degli altri i propri oggetti in disuso e viceversa. Il prendere possesso di un bene potrà essere effettuato sia tramite acquisto, sia tramite donazione (questo nel caso in cui il venditore non sia interessato a ricevere un compenso). Elmec si impegnerà alla fine dell’anno nel devolvere il ricavato in beneficenza.

PROGETTO ZERO MIGLIA

Questa iniziativa prevede la realizzazione di un contatore in grado di monitorare la quantità di km che Elmec (nel suo complesso) riesce a risparmiare attraverso lo smart working e l’utilizzo della video conferenza. Questo dato sarà esposto sui monitor aziendali e sarà anche possibile, per ogni collaboratore, verificare il proprio impatto sul risparmio generale.

OGGETTI HANDMADE CON MATERIALI DI RICICLO

Figli, nipoti e piccoli membri delle famiglie dei collaboratori di Elmec saranno coinvolti nella creazione di lavoretti con materiali di riciclo che, successivamente, verranno esposti in azienda e presentati da Rinaldo Ballerio durante un evento live che si svolgerà nella giornata dell’8 giugno.

 

Dal burro all’acciaio fino al cloud, 50 candeline per la Elmec

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore