Guardiani del Parco: nuovi automezzi e attrezzature per i Volontari del Ticino

Gli oltre trecento volontari, che svolgono servizio antincendio e di protezione civile, disporranno di nuovi veicoli con equipaggiamenti speciali

volontari Parco Ticino

Le parole chiave della mattinata sono state “orgoglio” e “grazie” per tutto il contributo prezioso garantito dai trecento volontari.

Questa mattina, sabato 12 giugno 2021, a Sesto Calende, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione dei nuovi Automezzi e Attrezzature in dotazione al Corpo Volontari del Parco Ticino e del primo Semirimorchio Supporto Gestione Emergenze.

Mezzi finanziati dal Dipartimento della Protezione Civile e dalla colonna Mobile di Regione Lombardia e vengono assegnate in comodato al Parco del Ticino.

Il Parco naturale lombardo della Valle del Ticino è un’area naturale protetta istituita il 9 gennaio 1974 ed è costituita dall’antincendio boschivo, dalla Protezione Civile e dalle guardie ecologiche. Questo, vede circa trecento volontari che svolgono attività a titolo gratuito, divisi in undici distaccamenti operativi sul territorio. I volontari, non intervengono solo nel momento delle emergenze, ma anche nella fase di prevenzione di esse.

Nel corso della cerimonia sono stati ringraziati i volontari della Regione Lombardia per l’attività svolta durante le fasi della pandemia. I volontari, oltre alle mansioni da loro normalmente svolte, hanno anche avuto un ruolo specifico, ovvero la gestione del magazzino in fiera a Milano, affinché la logistica fosse gestita nel miglior modo possibile.

Nuovi mezzi per i volontari Parco Ticino

Il volontariato ha un valore sociale e morale, ma anche economico per quanto riguarda la pubblica amministrazione. Per questo regione Lombardia ha voluto riconoscere il lavoro che è stato fatto e premiarlo con una specifica attenzione sugli investimenti.

«Il Parco del Ticino è avanguardia e innovazione» ha commentato la presidente del Parco, Cristina Chiappa . «Primo parco regionale italiano nel 1974, oggi a Sesto Calende inaugura un automezzo unico nel suo genere in Italia, in piena e armonica coerenza con la preparazione, la dedizione, l’efficacia e soprattutto la smisurata passione che le donne e gli uomini della Protezione Civile del Parco mettono ogni giorno nella propria azione». Accanto a Chiappa è intervenuto anche l’assessore regionale Pietro Foroni.

volontari Parco Ticino

Gli Eurocargo sono tre e sono mezzi polivalenti, ovvero possono montare più moduli in base alle esigenze (come moduli attrezzati ad utilizzo idrogeologico, tende di alloggiamento o autobotti di trasporto acqua non potabile per uso incendio o rifornimento idrico).

Anche i cinque semirimorchi (Iveco55) possono disporre di vari moduli: idrogeologici, antincendio, piattaforme elevabili, trasporto.

Inoltre, è stato inaugurato un “camper per le emergenze” che dispone di sedici posti letto con comodità casalinghe di ogni genere: questo fa sì che si riducano notevolmente i tempi di intervento in caso di calamità, assicurando ai volontari la possibilità di fare turni di riposo.

Il finale della cerimonia di è concluso con la consegna delle chiavi degli automezzi e con una riflessione sull’impatto della pandemia: «L’emergenza covid è stata distruttiva sotto molti punti di vista (vite umane, dolore, difficoltà di approccio l’uno all’altro), ma in mezzo a tutto questo dolore e buio, vi è una luce: il volontariato, la propensione verso l’altro, la scelta di aiutare chi ha più bisogno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore