Varese News

Violazione di segreto istruttorio, a Golasecca indagati sindaco e vice

Un mese fa i carabinieri si erano presentati in municipio per acquisire documenti, in una indagine che toccava altri amministratori. Ma l'atteggiamento successivo ha messo nei guai anche Ventimiglia e il vice Specchiarelli

Golasecca

Brutto pasticcio a Golasecca: dopo l’indagine che ha toccato un consigliere di maggioranza e un professionista, ora finiscono indagati anche anche il sindaco Claudio Ventimiglia e il suo vice Bruno Specchiarelli.

I due amministratori hanno ricevuto una informazione di garanzia per l’ipotesi di reato di rivelazione di segreto istruttorio: avrebbero rivelato a terzi il contenuto delle dichiarazioni rese al pubblico ministeri di Busto Arsizio Nadia Calcaterra, che si sta occupando della indagine su urbanistica, edilizia e assunzioni in Comune.

Le due indagini – va precisato – sono distinte: la posizione di Ventimiglia e Specchiarelli non c’entra direttamente con il filone principale.
Sindaco e vice erano stati ascoltati come persone informate sui fatti nell’ambito dell’indagine, che vede coinvolti la consigliera di maggioranza Cinzia Cherichetti ed  un professionista per una vicenda di urbanistica e corruzione, per l’aumento delle volumetrie edificabili su un terreno in paese. Terzo indagato è poi l’ex assessore ai lavori pubblici Alessandro Grazioli, per cui è ipotizzato il reato di turbativa d’asta, in merito ad una assunzione di un dipendente comunale.

Al momento delle perquisizioni un mese fa il sindaco Ventimiglia si era trincerato dietro un no comment, adducendo appunto l’indagine in corso (con atti secretati). Nel frattempo però in paese se n’è parlato molto e ora la Procura ha ritenuto che sindaco e vice si siano lasciati andare rivelando elementi d’indagine che invece dovevano rimanere riservati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore