Varese News

Detenuto dà fuoco alla cella nel carcere di Busto Arsizio

L'agente di servizio è intervenuto tempestivamente per mettere in sicurezza i detenuti e le celle adiacenti

Apre lo sportello del Garante regionale dei Detenuti in carcere a Busto

Momenti di tensione questa mattina – giovedì 2 settembre – alla Casa Circondariale di Busto Arsizio. Un detenuto con problemi psichici ha dato fuoco alla propria cella. Le fiamme ed il fumo in poco tempo hanno saturato la camera detentiva e gli ambienti adiacenti.

L’agente di servizio nel reparto ha immediatamente messo in atto tutte le procedure per salvaguardare l’incolumità fisica di tutti i detenuti delle camere adiacenti.

A darne notizia per la Segreteria Provinciale USPP è Claudio Montella che aggiunge:«Da tempo il personale del Reparto di ubicazione del detenuto, prestano attenzione massimo alla sua gestione, proprio per le sue problematiche psichiatriche. Tuttavia resta impresa ardua gestire questa tipologia di ristrettì in un istituto ordinario com’è la Casa Circondariale di Busto Arsizio. Non è ammissibile che si resti in attesa per mesi che presso le REMS, strutture create ad hoc per ristretti con problematiche psichiatriche, si liberi qualche posto. Nel frattempo, il personale di Polizia Penitenziaria continua inerme a subire la disorganizzazione dell’Amministrazione Penitenziaria, mettendo a rischio la propria incolumità fisica. Il report di questa mattina conta due agenti intossicati che per salvaguardare “la vita del detenuto” hanno messo a discapito la propria. Per la cronaca i due agenti sono dovuti ricorrere alle cure presso l’ospedale di Busto Arsizio e sono attualmente sotto osservazione clinica».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore