A Gallarate debutta il nuovo consiglio comunale

alle 20.45 la prima seduta dell'assemblea civica uscita dalle elezioni dello scorso 3-4 ottobre

Primo consiglio comunale Gallarate 2016

A Gallarate debutta il nuovo consiglio comunale: questa sera, 25 ottobre, alle 20.45 si apre la prima seduta della nuova assemblea civica, che riflette nella composizione i risultati delle elezioni dello scorso 3-4 ottobre.

A presiedere il primo consiglio, fino alla elezione del presidente dell’assemblea civica, sarà il “consigliere anziano”, che la Legge attribuisce al consigliere con più preferenze della lista più votata. Il titolo spetterebbe a Claudia Mazzetti, che però è già stata nominata assessore e quindi non siede più in consiglio: per questo il titolo di “consigliere anziano” passa ad Anna Zambon, la consigliera con più preferenze nella lista del Pd, secondo partito più votato, con una percentuale di poco inferiore alla Lega.

Il primo punto all’ordine del giorno la convalida degli eletti, la presa d’atto che non ci sono ostacoli all’insediamento dei consiglieri comunali.

(nella foto: la seduta d’insediamento del consiglio comunale del 2016, ovviamente ben prima del Covid e delle limitazioni alle presenze in aula)

Consiglio comunale di Gallarate: la maggioranza

Dopo la nomina degli assessori (che si dimettono dal consiglio, lasciando il posto ai primi dei non eletti), il consiglio comprenderà il sindaco Andrea Cassani, sui banchi della maggioranza il gruppo della Lega con Paolo Bonicalzi, Evelin Calderara, Stefano Deligios, Nicolò Postizzi e Andrea Zibetti, il gruppo della lista Cassani Sindaco con Michele Aspesi, Luca Colombo, Rossella Glorioso e Thomas Valentino, il gruppo di Fratelli d’Italia con Marco Colombo, Giuseppe De Bernardi Martignoni, Germano Dall’Igna; il gruppo di Forza Italia con Calogero Ceraldi e Belinda Simeoni; il gruppo di Centro Popolare Gallarate con Luigi Galluppi.

Consiglio comunale di Gallarate: le opposizioni

Nei banchi della minoranza il centrosinistra è presente con il gruppo Pd con Luca Carabelli., Giovanni Pignataro, Carmelo Lauricella, Margherita Silvestrini, Anna Zambon; il gruppo Città è vita con Cesare Coppe; il gruppo Silvestrini Sindaco con Michele Bisaccia. Sempre nelle file dell’opposizione ci sono anche Sonia Serati (come candidato sindaco PiùGallarate-Gente di Gallarate) e Massimo Gnocchi (Obiettivo comune Gallarate).

Il primo voto: l’elezione del presidente del Consiglio comunale

Seguirà l’elezione del presidente del Consiglio comunale: è una carica di grande valore politico (il presidente “detta” i tempi dei lavori dell’assemblea civica) e rientra nell’accordo complessivo del centrodestra per la suddivisione delle posizioni, insieme agli incarichi da assessore. Mentre i sette assessori sono nominati dal sindaco, il presidente è eletto dai consiglieri comunali: nel centrodestra c’è un accordo complessivo per votare come presidente Giuseppe De Bernardi Martignoni, di Fratelli d’Italia.

Da questo punto in avanti dovrebbe presiedere i lavori appunto De Bernardi Martignoni.
Terzo punto all’ordine del giorno è l’elezione del vicepresidente vicario e del supplente (il vicepresidente è di solito, per consuetudine, un esponente dell’opposizione).

Seguirà il momento del giuramento del sindaco Andrea Cassani, con formula ufficiale di fedeltà alla Costituzione, perché il sindaco è anche ufficiale di governo della Repubblica. Lo stesso sindaco Cassani poi comunicherà le nomine degli assessori e del vicesindaco: passaggio ufficiale e formale, perché i nomi sono stati annunciati già settimana scorsa, li trovate qui. Questo potrebbe essere un primo momento anche di dibattito politico, a commento della squadra scelta (ad esempio si è aperto già un fronte politico sulla nomina di Rocco Longobardi)

Cassani presenta la giunta: “Pronti a governare Gallarate”

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 25 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore