Tutti i risultati del basket targato UISP Varese

I verdetti dei tornei di Serie A e Serie B - Tiro con l'arco: a Gorgonzola è attiva la compagnia "Ghisa de Milan" - Roma, il gol per sostenere la parità e combattere la violenza sulle donne

notiziario uisp varese

NOTIZIARIO UISP del 17 novembre 2011

BASKET UISP – IL PUNTO SUI CAMPIONATI
SERIE A
18 gare per la quinta giornata della Serie A del campionato senior Uisp Varese. Vince Varano Borghi, che espugna Somma 69-61. A Bobbiate il derby varesino con WoolVa 67-60. Netta vittoria interna per Besozzo, su Travedona Pirates; anche Deportivo Elite vince di 20 su Giubiano Pigs. Nuovo ko per Fulgor Somma Lombardo, che cade con Pink Panthers 63-64.
Blitz vincente di Clivio su Rams Daverio, 47-59. Successo per Montello Young, che supera Boosters Vedano, mentre Fuco Club Varese vince a Besano. Successo ospite anche fra Albizzate e Cassano, che porta a casa il risultato 58-42.

Chiara vittoria di Irish Venegono su Rovello Porro, 56-86. Origgio vince con Orange Five e successo interno per No Look Gerenzano su Borsano 58-44. Venegono esce invece sconfitto dalla gara con Tradate. Vince il San Giovanni Bosco che supera il Basket Antoniana di 13 lunghezze; gioia esterna per Polisportiva Senna Junior, che batte Palabar Villaguardia 78-25.

SERIE B

Per la serie B vince in trasferta Vergiate su Gallarate 66-60. Ornavando Magic a bersaglio in casa su Svassi Monate. Successo interno anche per Quelli del Lago, 79-54 su Team Castelletto.
Level Up Cameri perde 70-69 con il Basket Club Trecate, poi cede 60-61 con lo Svo Thunder. Netta vittoria esterna per Cuggiono, 74-42 in quel di Inveruno. Vanzaghello batte Basket Mastini 74-68. Trecate, dopo aver vinto con Level Up, perde con Gs Cameri 59-50.

Vikingar Cislago vince 75-63 su Antoniano. 54-68 fra Stealers Busto Arsizio e Siderea Legnano. Busto Springers supera Pallacanestro Corpus et Ratio 83-27. Kolbe Legnano prevale 73-64 su San Luigi Garbagnate. Successo di Masnago sui comaschi Senna Golden Mutombo. Vince in casa anche Tavernerio su Osteria degli Angeli, 92-35. Successo fuori casa per Montello 1982 sulla Cuassese. Infine Bizzozero batte Bobbiate 57-43 in un altro atteso derby cittadino.

DAI TERRITORI – A Gorgonzola arco e frecce fanno crescere concentrazione e disciplina

Lo sport più antico del mondo (circa 30.000 anni di storia) trova spazio a Gorgonzola. L’A.S.D. Compagnia Arcieri Ghisa de Milan, affiliata Uisp, nasce per promuovere e divulgare lo sport di tiro con l’arco. La pratica sportiva contemporanea è ripartita in funzione del tipo di arco utilizzato, in: Arco olimpico (o ricurvo), Arco nudo, Arco compound. L’età consigliata per la pratica di questo sport va dai 5 ai 95 anni. L’A.S.D. Compagnia Arcieri Ghisa de Milan vanta inoltre, da anni, una grande sensibilità nei confronti delle disabilità.

Per provare l’emozione di tiro nel pieno rispetto delle disposizioni ministeriali e centrare il bersaglio, la sede di A.S.D. Compagnia Arcieri Ghisa de Milan è a Gorgonzola, in via Pastore 26 – fermata Villa Pompea della Metro MM2 Verde.
Le prove di tiro sono gratuite e personalizzabili dal momento che l’accesso al campo all’aperto è possibile in orari diurni 7 giorni su 7 subordinato solamente all’essere maggiorenni e all’aver frequentato il corso di tiro oppure provenienti da federazioni equipollenti. L’associazione propone distanze di tiro da 10, 18, 30, 40 e 50 metri. http://www.ghisademilan.it/

L’EVENTO – I diritti hanno vinto la “Partita della parità e del rispetto”

A volte segnare un gol può assumere un significato diverso, se i colori che difendi sono quelli della parità e del rispetto un gol non conta nulla ma vale tantissimo. E lunedì 15 novembre a Roma, all’impianto sportivo Fulvio Bernardini, ne sono stati segnati ben 5, da parte di calciatori e calciatrici, giornaliste e giornalisti, attrici e attori, rappresentanti del mondo associativo, che sono scesi in campo per promuovere diritti per tutte e tutti.
Lo sport è il linguaggio scelto dalle organizzazioni promotrici: Amnesty International Italia, Assist, Aic – Associazione Italiana Calciatori, Sport4Society, Uisp e Usigrai, con la collaborazione di COSPE e il patrocinio dell’Ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali, UNAR.
Tra le professioniste che hanno partecipato all’iniziativa anche tre calciatrici afgane, fuggite dai talebani lo scorso agosto, che hanno trovato riparo in Italia. «La presenza in campo di queste tre giovani ci aiuta a parlare non solo dell’Afghanistan ma di tutto il resto del mondo, Europa inclusa – ha detto Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International – la violenza contro le donne è globale quindi l’impegno deve essere globale».

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 17 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore